Lavora in Comune a Bibbiano, indagato per abusi su minore. Il bimbo: “Mi ha fatto vedere un porno”

0

Il caso non è legato all’inchiesta sugli affidi illeciti in Val d’Enza. Il bimbo avrebbe fatto riferimento nel proprio diario agli abusi: “Mi ha detto di tirargli giù i pantaloni…” L’indagato svolge mansioni per conto di un soggetto terzo e dunque non stipendiato direttamente dal Comune in provincia di Reggio Emilia.

“MI ha detto di tirargli giù i pantaloni…”. E ancora: “Mi ha fatto vedere un film porno sul telefonino e poi mi chiedeva di ripetere quegli atti”. Parole scritte sul proprio diario da un bimbo di 11 anni. Presunto autore degli abusi è un uomo che lavora in municipio a Bibbiano dove svolge mansioni per conto di un soggetto terzo e dunque non stipendiato direttamente dal Comune della val d’Enza, già simbolo dello scandalo ‘Angeli e Demoni’, il presunto giro illecito sugli affidi, vicenda con cui però questo caso non ha nulla a che fare. A riferirlo è l’edizione reggiana del Resto del Carlino.

I fatti risalgono all’estate di un anno fa e sono ancora oggetto di indagini preliminari. L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Marco Marano. L’accusa nei confronti dell’indagato finito nel registro del pm è grave: violenza sessuale aggravata perché commessa su un minore infradodicenne.  Al momento non è scattata alcuna misura cautelare e l’uomo continua a svolgere le sue mansioni. Ad accorgersi del comportamento anomalo del ragazzino (all’epoca aveva 10 anni) sono state le maestre della scuola. Ad insospettirle il comportamento del piccolo in classe (epiteti sessuali ripetuti continuamente e linguaggio spinto). E così hanno informato i genitori. Immediata è la scattata la denuncia ai carabinieri e poi alla onlus ‘La Caramella Buona’ che ha offerto alla vittima la tutela legale del caso. Il diario coi dettagli di cui sarebbe stato vittima è stato acquisito poi dalla Procura.

“Confermo che seguiamo il caso da circa un anno – dice Roberto Mirabile, presidente della onlus che nonostante le bocche siano cucite per la delicatezza della vicenda, rilascia una breve dichiarazione – Presenta aspetti inquietanti. A tutela del minore e della famiglia, non possiamo dire altro che siamo certi di poter dimostrare nelle prossime udienze l’attendibilità della testimonianza del bambino. E che faremo emergere la verità”. Più chiuso l’avvocato Simone Servillo che assiste la vittima dei presunti abusi: “Al momento non posso dire nulla. Siamo in una fase troppo delicata”.

 

Articolo PrecedenteShock a Bologna, in strada donna completamente ustionata: ricoverata in gravi condizioni
Prossimo Articolo“Sono la cagna del diavolo”, pedofila abusa di diversi bambini. Polizia: “Guadagnava bene”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.