Latte: pastori sardi confermano tregua

0
La statale 131 dcn (direzione centrale Nuoro) ?? bloccata in Gallura, in entrambe le direzioni di marcia, all'altezza del bivio di Loiri Porto San Paolo. I pastori hanno fermato il traffico per protestare contro il prezzo del latte e stanno sversando centinaia di litri di prodotto, munto questa mattina, dal cavalcavia che sovrasta l'arteria stradale che da Nuoro porta ad Olbia, 12 febbraio 2019. ANSA/FABIO MURRU

“Politici spariti dopo voto”. Pieno mandato a trattare su prezzo

I pastori sardi per il momento non torneranno in strada a versare il latte. Ma potrebbero escogitare nuove forme di protesta per farsi sentire e chiedere un prezzo più alto per il prodotto del loro lavoro. Nel frattempo, è stato dato pieno mandato a una delegazione per proseguire le trattative: il 7 marzo è un programma il secondo round in prefettura a Sassari per cercare di chiudere un accordo tra allevatori e industriali caseari.

È quanto emerso dall’assemblea a Tramatza, un incontro molto partecipato che ha coinvolto un migliaio di pastori. Nelle fasi iniziali della riunione diversi delegati hanno denunciato la “sparizione” di molti politici ed esponenti del governo nazionale e regionale, che prima del voto facevano la fila per manifestare solidarietà e appoggio alla battaglia degli allevatori. Durante il dibattito sono stati condannati anche gli ultimi episodi di violenza e minacce nei confronti degli addetti ai trasporti del latte.

Rimane, però, ancora senza soluzione la questione del prezzo. L’obiettivo è innanzitutto quello di partire da una soglia minima più alta di quella emersa nel tavolo a Cagliari con il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio e ribadita alla ripresa del negoziato a Sassari: 72 centesimi al litro, la controproposta dei pastori è di arrivare a 80 centesimi subito per raggiungere il traguardo di un euro a fine stagione. In questi giorni gli allevatori attendono anche i movimenti dalla Borsa di Milano per mettere in moto il meccanismo che, attraverso il rialzo del prezzo del Pecorino romano, dovrebbe far sollevare anche il valore del latte sul mercato.

CENTINAIO, BASTA STUPIDATE STIAMO LAVORANDO – “Adesso BASTA STUPIDATE! Stiamo lavorando TUTTI per dare una soluzione ottimale alla questione. Il 7 marzo si riunisce nuovamente il tavolo di lavoro con i punti concordati anche da loro!”, cosi’ il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio risponde con un tweet alle critiche mosse oggi dai pastori. Nell’assemblea che si è svolta oggi a Tramatza che ha coinvolto un migliaio di pastori, diversi delegati hanno denunciato la “sparizione” di molti politici ed esponenti del governo nazionale e regionale, che, sottolineano, prima del voto facevano la fila per manifestare solidarietà e appoggio alla battaglia degli allevatori.

DOPO ASSALTI POTENZIATI CONTROLLI – Dopo gli assalti ai furgoni e alle autocisterne del latte, sono state incrementate le misure di vigilanza attraverso il potenziamento dei servizi di controllo del territorio. E’ quanto emerso dalla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito a Nuoro. Alla riunione, presieduta dal prefetto Giuseppe Marani, che è anche commissario governativo per la vertenza sul prezzo del latte, hanno partecipato i presidenti del Consiglio delle Autonomie locali e dell’Anci Sardegna. Da parte di tutti, “la più sentita condanna” per il grave episodio avvenuto a Nule (Sassari) nei giorni scorsi, quando un autotrasportare è stato aggredito e legato a un albero da uomini armati e a volto coperto, che hanno poi incendiato il mezzo. Dal vertice è poi emersa l’importanza della sinergia tra le istituzioni, e in questo senso verranno valutate iniziative coordinate.

Articolo PrecedenteTRIDENTE. R.MUSSOLINI (LISTA CIVICA “CON GIORGIA”): BOCCIATURA MIA MOZIONE ENNESIMO PASSO VERSO SFACELO
Prossimo ArticoloA fuoco auto consigliere sud Sardegna
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.