“La variante inglese è più mortale del ceppo originario”: l’annuncio di Boris Johnson

0
“La variante inglese è più mortale del ceppo originario”: l’annuncio di Boris Johnson.

“La variante inglese è più mortale del ceppo originario”: l’annuncio di Boris Johnson. Il premier britannico Boris Johnson ha comunicato nel corso di una conferenza stampa a Downing Street che la nuova variante inglese del Covid-19 “non è solo più contagiosa del ceppo originario, ma stando agli ultimi dati e segnali elaborati dagli esperti potrebbe essere anche più mortale, fino a +30%”.

Non sono buone le notizie che arrivano dal Regno Unito sulla cosiddetta variante inglese del Covid-19. Il premier Boris Johnson ha appena comunicato nel corso di una conferenza stampa a Downing Street che “la mutazione che è stata scoperta nella zona di Londra e del Kent prima di Natale non è solo più contagiosa del ceppo originario, ma stando agli ultimi dati e segnali elaborati dagli esperti del New and Emerging Respiratory Virus Threats Advisory Group potrebbe essere anche più mortale, fino al 30% in più”, citando un’indicazione corretta da parte degli scienziati a questo proposito, sulla base di alcune prime evidenze. Tuttavia, si tratta di prove analizzate ancora in fase preliminare e per le quali serviranno analisi più approfondite. Il primo ministro ha poi aggiunto che se il sistema sanitario nazionale è sotto pressione è probabilmente dovuto proprio alla trasmissione incontrollata della variante.

Della cosiddetta variante inglese il governo aveva avvertito i cittadini poco prima di Natale, decidendo di mettere in atto ulteriori misure restrittive nella zona di Londra e del Kent, maggiormente colpite dalla mutazione, che però ben presto è stata registrata anche altrove nel Regno Unito e in altri 50 Paesi in tutto il mondo. Da allora, nonostante le restrizioni, il numero dei contagi è andato fuori controllo, così come quello dei decessi, che nei giorni scorsi ha superato la cifra record di 1800 morti in 24 ore, mai così tanti dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Ma a preoccupare gli esperti, più che la variante inglese, sarebbero quella sudafricana e brasiliana, che nel frattempo sono state scoperte.

Secondo Sir Patrick Vallance, capo consulente scientifico del governo britannico, il vaccino Covid ha il 50% di probabilità in meno di funzionare su una nuova variante del virus sudafricana e brasiliana, ha annunciato partecipando alla conferenza stampa con il premier Johnson, perché “meno suscettibili ai vaccini che sono stati fin qui sviluppati”. Sulla maggiore letalità della variante inglese ha aggiunto: “Voglio sottolineare che c’è molta incertezza sui numeri e abbiamo bisogno di più lavoro per ottenere dati precisi, ma ovviamente c’è il timore che questo abbia causato un aumento della mortalità e un aumento della trasmissibilità del contagio”.

Articolo PrecedenteAntonella morta dopo una presunta sfida di soffocamento: donati gli organi, salveranno altri bambini
Prossimo ArticoloAifa: “Per chi viene contagiato dopo la prima dose del vaccino covid non è indicato il richiamo”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.