La scomparsa di Sara Pedri, i messaggi alle amiche: “In reparto regola del silenzio ma io non mollo”

0
Sara Pedri, urla e schiaffi sulle mani per punizione davanti ai pazienti.

La scomparsa di Sara Pedri, i messaggi alle amiche. Sarebbero nelle ultime chat di whatsapp di Sara Pedri i dettagli utili a capire quanto successo lo scorso 4 marzo, data in cui la ginecologa è scomparsa. La 32enne scriveva alle amiche: “Io non mollo. Non importa se gli sono antipatica”. La ragazza aveva chiesto il trasferimento dall’ospedale di Trento alla struttura di Cles.

“In reparto vige la regola del silenzio, ma io non mollo. Pazienza se gli sono antipatica” scriveva Sara Pedri ad amici e familiari su Whatsapp raccontando quanto succedeva all’interno dell’ospedale di Trento nel quale lavorava. A chi la conosceva aveva raccontato di non voler cedere al clima di mobbing e umiliazione che, anche secondo quanto affermano i colleghi, vigeva all’interno della struttura ospedaliera. Negli anni molti tra medici e infermieri avevano chiesto di essere trasferiti presso altri ospedali proprio per sottrarsi al clima oppressivo dell’ambiente di lavoro. Anche Sara aveva chiesto il trasferimento alla struttura di Cles.

Gli ispettori del ministero della Salute sono ripartiti per Roma dopo aver raccolto informazioni sulla gestione del reparto. “A giorni consegneremo una nostra relazione al ministro Speranza utile a rispondere a una serie di interrogazioni sulle difficoltà interne al reparto di ginecologia e ostetricia” fanno sapere all’agenzia di stampa La Presse. Secondo alcune fonti dell’agenzia i dettagli su quanto avvenuto prima della scomparsa della ginecologa sono tutti nella serie di messaggi inviati dalla 32enne alle amiche e ai familiari. Nelle chat prese in esame, Sara si mostrava delusa eppure ancora speranzosa riguardo al suo futuro lontano dall’ospedale di Trento. Pur avendo vinto due concorsi, la situazione in reparto era di mobbing e oppressione costante.

La ricerca del corpo
Sono in corso le ricerche del corpo della ginecologa sul fondo del lago di Santa Giustina. Secondo gli inquirenti la ragazza potrebbe essersi suicidata dopo essersi allontanata volontariamente il 4 marzo scorso. Per il momento, però, non vi sono sostanziali novità. I cani molecolari hanno riconosciuto tracce di Sara ma non sono riusciti ad individuare il luogo in cui potrebbe essere il cadavere della 32enne.

Articolo PrecedenteIntervista esclusiva a Blonde Brothers 2021
Prossimo ArticoloBimbo di un mese trovato morto con 71 fratture e ferite su tutto il corpo: “Massacrato dai genitori”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.