La costringeva a stare casa, picchiando lei e suo figlio: arrestato per maltrattamenti

0
La costringeva a stare casa, picchiando lei e suo figlio.

La costringeva a stare casa, picchiando lei e suo figlio. La costringeva a stare in casa e picchiava tutti i giorni sia lei che suo figlio, avuto da una precedente relazione. Il bambino aveva cercato di difendere la madre in più occasioni e le violenze sono avvenute anche davanti agli occhi degli altri quattro figli avuti dalla coppia. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Avrebbe maltrattato la moglie e il figlio di lei per anni, anche alla presenza dei bimbi che i due avevano avuto insieme. Il bambino che lei aveva avuto da una precedente relazione era stato vittima dell’ira del nuovo compagno in più occasioni, soprattutto quando aveva cercato di difenderla dalle botte. L’uomo era già stato denunciato: per lui era stato notificato un divieto di avvicinamento nel gennaio scorso.

La compagna viveva ormai da mesi in un regime di vero e proprio terrore: l’uomo la costringeva a stare chiusa in casa per giorni senza poter uscire. Ogni giorno era scandito da maltrattamenti fisici di immane violenza e verbali per umiliarla e spaventarla. La picchiava con inaudita ferocia, causandole ferite su tutto il corpo. Quando il figlio ha iniziato a porsi tra i due per difenderla, è diventato il bersaglio delle percosse dell’uomo. Gli altri bambini, figli della coppia, erano spesso costretti ad assistere alle violenze. Le violenze non erano mai state denunciate, per paura di ulteriori ritorsioni. Soltanto nel gennaio scorso la donna aveva deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine, facendo notificare al compagno un divieto di avvicinamento. L’uomo è stato ora arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.

A far emergere la violenza subita dal primo figlio della donna, sono state le insegnanti. Proprio loro, notando i segni sul volto del ragazzino, hanno cercato di capire cosa avvenisse tra le mura domestiche. Dopo una prima reticenza del bambino e i tentativi di interfacciarsi con la madre del ragazzo, gli insegnanti sono riusciti a capire che entrambi erano testimoni di terribili atti di violenza. Hanno quindi testimoniato i continui segni sul viso che il ragazzino portava e l’esistenza di traumi dovuti ai maltrattamenti in casa.

Articolo PrecedenteFermati in aeroporto a Roma con test Covid falsi per prendere l’aereo: denunciati 20 passeggeri
Prossimo ArticoloCosenza, uccide il fratello travolgendolo con l’auto e passando più volte sul suo corpo: arrestato
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.