La Cina potrebbe presto vietare consumo della carne di cane e gatto (anche a causa del coronavirus)

0
La Cina potrebbe presto vietare consumo della carne di cane e gatto

La Cina. Entro la fine dell’anno la carne di cane e di gatto potrebbe sparire dai mercati cinesi. L’ordine arriva dopo che alcuni studi hanno imputato alla carne di animali selvatici venduta a Wuhan, nella provincia di Hubei, lo scoppio dell’epidemia di coronavirus. Il provvedimento, tuttavia, sarebbe dettato più che altro da esigenze culturali, che considerano cani e gatti sempre più come animali da compagnia che come pietanze.

La Cina si prepara a vietare la carne di cane e gatto: si tratterebbe di una conseguenza diretta dell’epidemia di coronavirus e Shenzen potrebbe diventare la prima città a implementare l’ordinanza emessa lunedì scorso dall’Assemblea Nazionale del Popolo cinese che limita il commercio di animali selvatici. Entro la fine dell’anno, quindi, la carne di cane e di gatto potrebbe sparire dai mercati cinesi. L’ordine arriva dopo che alcuni studi hanno imputato alla carne di animali selvatici venduta a Wuhan, nella provincia di Hubei, lo scoppio dell’epidemia.

Tuttavia, più che sull’emergenza Sars-Cov-2, l’ordinanza si concentra più su un fattore culturale. “Shenzhen potrebbe essere in grado di farlo, poiché è una città progressista in molti modi”, ha detto al quotidiano britannico The Guardian Deborah Cao, professoressa esperta di protezione degli animali in Cina. Il consumo della carne di cane e gatto è comune specialmente nella provincia di Guangdong, nel nord-est del Paese: non si tratta di una pratica popolare in tutta la Cina e anzi è diventata sempre più criticata con il passare del tempo.

Nel 2017 Taiwan ha vietato il consumo della carne di cane e gatto. Anche in Cina cresce l’opposizione a questa usanza, specialmente nelle fasce più giovani della popolazione, abituate a vedere questi animali come compagnia in casa piuttosto che come pietanze. L’ordinanza non è ancora definitiva: nel caso dovesse essere approvata, anche la carne di altri animali selvatici potrebbero essere inclusa nella lista dei cibi proibiti nel corso dell’anno. Chi non dovesse rispettare l’ordinanza potrebbe andare incontro a multe fino a 25mila euro.

Ogni anno si stima che diversi milioni di cani vengano uccisi in Cina per la loro carne. Nella stragrande maggioranza si tratta di randagi o di animali domestici rubati dalle loro abitazioni. Gruppi di animalisti e associazioni per la protezione degli animali si sono a lungo battuti contro la macellazione di cani e gatti, e le loro battaglie potrebbero oggi vedere una vittoria.

 

Articolo PrecedenteFinisce in una scarpata con un trattore: ragazzo di 16 anni muore in un incidente a Ripalta Arpina
Prossimo ArticoloDramma a Cosenza, bimbo di 6 anni investito e ucciso mentre gioca in strada
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.