La Boldrini lancia un nuovo partito. L’acronimo è da ridere: “Sifilide”

0

La stessa cosa non può dirsi per l’ultima idea di Laura Boldrini, che invece rischia di trasformarsi in un simpatico autogol.

L’ex presidente della Camera, eccitata dalla manifestazione di piazza di Milano contro Orban e Salvini, ha lanciato il suo appello alle forze della sinistra per unirsi sotto un unico simbolo da presentare alle prossime elezioni europee. L’obiettivo è quello di far ritrovare ai vari Pd, Possibile, Leu, Articolo Uno e compagnia varia “temi importanti” con cui “ricominciare a costruire qualcosa di contemporaneo e capace di attrarre giovani”.

Ovviamente, come ogni nuovo contenitore che si rispetti, occorre pure trovare un’etichetta attrattiva. Il simbolo è tutto, soprattutto nella nuova politica fatta di leader e brand che vanno e vengono. La Boldrini un’idea ce l’ha già: il nuovo movimento potrebbe chiamarsi “ListaUnitariaEuropea”. Lo ha scritto lei stessa in un suo tweet del primo settembre in cui chiedeva a amici e compagni cosa ne pensavano “se per sfidare la destra, i partiti progressisti rinunciassero ai propri simboli per dare vita a una lista unitaria nel segno dell’apertura e dell’innovazione”. L’hashtag era accompagnato da quelle tre parole, scritte tutte con la lettera maiuscola. Come a dire che “ListaUnitariaEuropea” potrebbe essere il prossimo vessillo dietro cui radunare quella (marginale) “parte della società che non si è sentita rappresentata il 4 marzo”.

Il fatto è che l’acronimo “LUE” in ambito medico ricorda tutto tranne che piacevoli sensazioni. La Treccani spiega che il termine deriva dal latino lues, che significa “morbo, pestilenza, epidemia, contagio”. Nel linguaggio dei dottori e degli infermieri, invece, è sinonimo di sifilide, quella poco simpatica malattia che si trasmette sessualmente. E, per finire, in senso figurato la parola “ha usi analoghi a peste”, “calamità pubblica” e “sventura”. Nomen omen?

Articolo PrecedenteSabrina Misseri potrebbe lasciare il carcere: ecco cosa sta accadendo
Prossimo ArticoloRetina artificiale: le nuove frontiere della medicina
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.