Kristina Gallo, c’è la svolta nel giallo: il cellulare si è riacceso, indagato l’amico

0
Kristina Gallo, c’è la svolta nel giallo: il cellulare si è riacceso, indagato l’amico.

Kristina Gallo, c’è la svolta nel giallo: il cellulare si è riacceso, indagato l’amico. La ragazza era stata trovata morta dal fratello nel maggio del 2012 nella sua casa alla Bolognina. Il cellulare era sparito, ma negli ultimi giorni è stato utilizzato da qualcuno. Si pensava ad un decesso per cause naturali, ma ora la Procura indaga per omicidio volontario e sul registro degli indagati c’è già il nome di un uomo con cui la 30enne si vedeva.

A quasi due anni dalla morte di Kristina Gallo si è riacceso il suo cellulare. Lo scrive oggi il Corriere della Sera in merito al giallo della donna di 30 anni trovata cadavere il 25 marzo 2019 nella sua casa alla Bolognina. Gli inquirenti ora ipotizzano che la giovane non sia deceduta per cause naturali, come inizialmente si è stabilito, ma potrebbe essere stata uccisa. La Procura indaga e sul registro degli indagati ci sarebbe già il nome di un uomo che lei aveva frequentato.

Il giallo di Bologna
Il corpo senza vita di Kristina fu ritrovato dal fratello: la vittima era nuda e giaceva per terra a pancia in su ma la parte inferiore del corpo, dal bacino in giù, era sotto il letto. Il sole che filtrava dalla finestra e batteva sul volto della ragazza, aveva accelerato il processo di decomposizione soltanto sul viso, impossibile dunque stabilire il momento del decesso, probabilmente nei 5 o 6 giorni precedenti. Difficili anche gli accertamenti nelle vie aeree. Il medico-legale, incaricato dalla Procura, aveva stabilito che la morte era sopraggiunta per arresto cardiaco dovuto a probabili cause naturali, anche se la 30enne non soffriva di particolari patologie e l’autopsia aveva escluso che potesse aver assunto sostanze stupefacenti o alcol.

Le indagini ripartono

Alla prima richiesta di archiviazione alla quale, la famiglia, assistita dall’avvocato Cesarina Mitaritonna, si era opposta. La consulenza medico-legale disposta dai genitori e la conseguente perizia non aveva escluso un’asfissia meccanica per occlusione delle prime vie aeree. Dunque Kristina potrebbe essere stata soffocata. Il gip Domenico Panza un anno fa aveva disposto nuove indagini e da allora gli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Caleca, hanno ricominciato ad indagare.

Il telefono di Kristina si è riacceso
Ora che è stato captato il segnale del cellulare scomparso, la storia di cronaca si riapre ufficialmente: qualche giorno prima della morte aveva agganciato le cella telefonica in zona ma non fu rinvenuto in casa.  Inaspettatamente però quel telefono è stato riacceso ed è stato utilizzato da qualcuno. Le indagini proseguono per capire come il dispositivo sia scomparso da casa di Kristina e se chi lo ha riacceso sia l’ultima persona ad averla vista viva.

Articolo PrecedenteCovid, Speranza: “Non ci sono le condizioni per allentare misure, nuovo dpcm dal 6 marzo”
Prossimo ArticoloLa variante Covid della California si diffonde rapidamente: “Più contagiosa e forse più letale”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.