Jole ed Ettore. Era il 17 agosto 1975, il Corriere della Sera due giorni dopo dedicò una pagina alla tristissima storia, il cantante Ivano Michetti dei Cugini di campagna scrisse “Preghiera”

SASSARI. Lui si chiamava Ettore Angioy, aveva 18 anni, lei Jole Ruzzini e ne aveva 15. Vivevano a Sassari, erano innamorati. Il 17 agosto 1975 lei morì di leucemia e lui si uccise subito dopo, gettandosi dal ponte del Rosello, in tasca aveva una lettera “Perché senza Jole la mia vita non ha più senso”. Due giorni dopo Il Corriere della Sera dedicò un paginone “alla vicenda più triste dell’estate” titolando “Ecco come a 18 anni si può ancora morire d’amore”. Il cantante e chitarrista allora 28enne Ivano Michetti lesse la storia, si commosse e scrisse una canzone, Preghiera, che divenne una delle più belle fra quelle cantate dal suo gruppo, i Cugini di campagna.