Intervista a Alberto Rapetti

0
Intervista

Intervista a Alberto Rapetti. Presidente di IMusic Lab, oggi è leader del mercato italiano nel settore Instore per il segmento discografico ed editoriale.

D: Chi è Alberto Rapetti e come nasce la sua carriera?

 

piano k2lB U43510830564694RKG 593x443@Corriere Web Sezioni

R: La mia carriera musicale nasce molto presto, ho iniziato a studiare musica dall’età di 5 anni (pianoforte), prima ancora di andare alle elementari, di studi in ambito musicale ne ho fatti molti spaziando dalla musica classica al Jazz e ho sempre avuto grande dedizione nei confronti della materia.

Sono stato fortunato perchè l’obiettivo che la musica avesse un ruolo centrale nella mia vita l’ho definito già dall’adolescenza, ricordo le prime band, i primi arrangiamenti, sono sempre stato un po’ un “addetto ai lavori” nel senso che ho sempre avuto un approccio “professionale”.

WhatsApp Image 2021 10 12 at 18.54.01

Dai 16 ai 24 anni ho lavorato molto come strumentista (pianista e tastierista) in svariati contesti musicali spaziando un po’ in tutti i generi musicali dal Jazz al Rock, Latin, Funky, Pop etc etc, ho suonato e viaggiato con la musica, ho da molto presto lavorato anche come arrangiatore e tecnico del suono in studio di registrazione (nel mezzo di mille cose ho trovato il tempo di laurearmi in informatica con specializzazione in ambito musicale studiando anche molto nel ramo audio engeneering).

Lotto 20 musicassette Dance Anni 90

Le mie prime produzioni dance cominciano negli anni 90 (epoca d’oro per la dance Italiana), come arrangiatore e fonico della FMA contribuisco a realizzare brani di successo con molti piazzamenti in classifiche Italiane ed Europee: diversi singoli di T42 con Mario Fargetta e il compianto Graziano Pegoraro, le collaborazioni con Edge Of Universe, Web, Eiffel 65, York e tanti altri progetti dance forti.

WhatsApp Image 2021 10 12 at 18.54.06 1 WhatsApp Image 2021 10 12 at 18.54.06

 

Uno degli incontri più importanti della mia vita lavorativa è stato con Claudio Cecchetto e Francesco Facchinetti, da lì l’inizio del progetto DJ FRANCESCO in qualità di produttore artistico e di compositore, dal 2002 ci siamo divertiti molto creando un progetto di intrattenimento di successo, tutt’ora “La Canzone del Capitano” è un evergreen che si rigenera ogni estate, ricordo anche due Festival di Sanremo fatti (di cui uno con il mitico Max Pezzali), 2 album e tanti singoli di successo.

A seguire sempre con Claudio Cecchetto arriva il grande boom dei Finley dei quali sono coproduttore e  coeditore. Anche loro rappresentano un tassello importante della mia carriera, oltre ad un motivo di vanto per aver contribuito al successo di una band Rock Italiana.

Ricordo con grande piacere una varietà di produzioni ed arrangiamenti spaziando sempre tra i vari generi, adoro profondamente confrontarmi con linguaggi diversi!: dalle produzioni con Ivana Spagna con anche arrangiamenti orchestrali a Filippo Perbellini assieme a Riccardo Cocciante (Sanremo 2009), a remix dance di brani di Raffaella Carrà, al duetto di DJ Francesco con Luciano Pavarotti o a un divertente duetto tra Al Bano e Sandy Marton, e tanti altri anche in ambito Rap (con diversi feat. da Clementino a Bassi Maestro, Mondo Marcio e tanti altri); per me la sperimentazione stilistica è un gioco appassionante!.

1167403 10151801712663624 65138305 o

Nell’ambito degli Orange Studios di Verona, dove attualmente ho il mio studio di registrazione, continuo la produzione discografica e lo scouting artistico, oltre ad un’attività di distribuzione e promozione musicale con la mia etichetta Battitorumore e una personale attività di didattica finalizzata alla formazione di nuovi talenti pronti per il mercato discografico ed eventualmente dei talent.

Anche in questo contesto arrivano tante soddisfazioni e riconoscimenti, tra cui un Disco D’Oro con “Balla” brano prodotto e scritto con il talentuoso ZODA.

 

D: Lei è il presidente di iMusiclab dove vi trovate e che obbiettivi avete quest’anno?

R: Quest’anno abbiamo l’obiettivo di ripartire con gli eventi instore di presentazione discografica ed editoriale, segmento nel quale siamo una delle aziende leader (nel 2019 abbiamo fatto oltre 450 eventi di questo tipo).

WhatsApp Image 2021 10 12 at 18.54.03 1

Stiamo contribuendo a riscrivere i format organizzativi dei firmacopie in Italia nel rispetto delle normative Covid, organizzando nel contesto dei cinema per esempio, su questo siamo stati i primi nel settembre 2020 poco prima che venissero chiusi…e stiamo continuando ancora adesso a fare eventi in questo contesto e non solo anche in Teatri, Piazze e location adibite da hoc. Quest’estate abbiamo organizzato molti eventi nonostante la difficoltà generale e ci prepariamo ad un autunno caldo con tour instore che progressivamente ripartono in vista di una normalizzazione del settore che auspico nel 2022.

c10497ee182a119639cdc7f76022d4cf

D: La Musica e l’arte in generale sono abbastanza fermi da ormai molto tempo, vede segnali di ripresa nel breve futuro?

R: Nell’ambito delle presentazioni discografiche e letterarie che gestiamo noi vedo segnali di ripresa e dove non ci sono cerchiamo di costruirli direttamente noi, definendo nuovi format in contesti inusuali rispetto al recente passato. Il firmacopie è uno strumento essenziale per vendere le copie fisiche degli Album degli artisti, senza di essi il mercato fisico praticamente è irrisorio e quindi è una vera e propria missione al servizio della discografia e degli artisti creare occasioni di incontri Artista/Fan indirizzati alla distribuzione dei cd o dei vinili. Per il resto la musica riprenderà soprattutto quando potranno riprendere a pieno regime i concerti e gli eventi di aggregazione in generale, la fruizione solo digitale è una rendita passiva interessante, ma per la legge di mercato “tanta esposizione poco valore”, gli streaming hanno un valore nominale basso e per ottenere un guadagno adeguato sono necessari grossi quantitativi.

a14c58e3 b324 4036 ad5b 87f28fd1bdf5

D: Sono stati sospesi molti eventi, come pensa di comportarsi quando il Covid finirà?

R: Il Covid ci auguriamo finisca molto presto e non solo per riprendere regolarmente gli eventi, ma anche per riprendere una vita fatta di abbracci, baci e coesione tra le persone.

Quando il Covid finirà continuerò ad organizzare eventi in sicurezza e con i tanti scrupoli che mi sono sempre fatto prima, durante e post Covid.

imusic lab

Non ho somatizzato nemmeno durante i lockdown lavorando anche a format di instore online su piattaforma, come fatto con INSTORE2020 che è una piattaforma di streaming ancora attiva e pronta ad essere messa in campo per integrare eventi fisici estendendo l’utenza collegando anche utenti in remoto.

amoroso

D: Abbiamo visto che seguirà molti artisti conosciuti nei loro tour è spaventato per qualche rinvio o qualche problema che si potrebbe presentare all’ultimo momento?

R: Gli artisti hanno tutti voglia di riprendere ad incontrare e di abbracciare (per ora a distanza) i loro fans. Proprio in questi giorni stiamo programmando date del tour instore di Deddy e di Alessandra Amoroso. Dovremo prestare ancora molta attenzione, ma sono molto fiducioso sia questione di poco per un ritorno ad una normalità spero più consapevole. Gli eventi che stiamo organizzando hanno tutti l’obiettivo di rispettare i giusti distanziamenti e le giuste accortezze che le normative Covid prevedono, non abbassiamo la guardia, ma ripartiamo a programmare eventi!

D: Il suo artista preferito?

R: Ne ho tantissimi sia italiani che stranieri non saprei che classifica fare.

tecnico del suono

D: Il suo genere preferito?

R: Sono completamente onnivoro musicalmente, mi piace qualsiasi tipologia di musica purchè abbia elementi di coerenza musicale rispetto al genere e al contesto musicale nel quale è inserita. Mi piace per esempio arrangiare e produrre anche generi che in realtà non mi appassionano, giusto per il piacere di capirne le caratteristiche e la tipologia di “comunicazione musicale” che li contraddistingue.

 

 

Rienzi e Castiello siglano unalleanza
D: E’ facile entrare nella sua etichetta? che iter bisogna seguire?

 

R: E’ facile se c’è Talento e  Amore nei confronti della musica che si propone e se tutto questo traspare nel risultato musicale ottenuto. Una mail che controllo per le proposte di collaborazione in generale è battitorumorepromotion@gmail.com Non indugiate ad inviarmi proposte!

 

image1
D: In che modo promuove gli artisti?

 

R: Ho da tempo strutturato una rete promozionale capillare, fatta di lavoro quotidiano e di network professionale che assieme permettono di conseguire molti piazzamenti per esempio in classifiche radio e di gradimento in generale. Il nome Battitorumore compare spesso e di questo ne vado fiero. Anche il lavoro sui social è ovviamente importante e viene improntato con cognizione. L’attività anche di segnalazione di progetti musicali alle Major e a grosse indipendenti è da sempre prioritaria.

WhatsApp Image 2021 10 12 at 18.54.05

D: L’artista per cui va molto fiero?

R: Non ne ho uno solo, sono fortunato in questo!!! Vado fiero in realtà di tantissimi artisti con cui ho collaborato, dai big agli indipendenti, mi hanno lasciato un buon ricordo musicale e tutte le musiche prodotte con loro fanno parte dei miei ricordi felici nel mio mondo pieno di suoni.

 

Articolo PrecedentePrato, operai Dreamland in sciopero massacrati con mazze da baseball davanti alla polizia
Prossimo ArticoloEMILY NORTON È IL NUOVO SINGOLO DI TRUNCHELL, ETC., UN BRANO CRUDO E DIRETTO CHE DISTURBA LE COSCIENZE PER SMUOVERLE
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.