Insulti e percosse su bimbi di 3 anni, arrestata maestra nel Cuneese

0
Insulti e percosse su bimbi di 3 anni, arrestata maestra nel Cuneese.

Insulti e percosse su bimbi di 3 anni, arrestata maestra nel Cuneese. Il caso in una scuola dell’infanzia del Cuneese dove la maestra di 57 anni lavorava da pochi mesi dopo essere stata assunta come organico Covid.  La donna infatti aveva avuto a inizio anno scolastico un contratto a tempo determinato e assegnata alla scuola dell’infanzia. La donna avrebbe usato abitualmente urla, ingiurie, minacce e persino percosse sui piccoli tra i 3 e i 5 anni di età.

Una maestra di una scuola dell’infanzia è stata arrestata nelle scorse ore dai carabinieri per violenze fisiche e verbali nei confronti dei piccoli alunni  che a lei erano affidati: tutti piccoli tra i 3 e i 5 anni di età. Il caso in una scuola dell’infanzia del Cuneese dove la maestra di 57 anni lavorava da pochi mesi dopo essere stata assunta come organico Covid.  La donna infatti aveva avuto a inizio anno scolastico un contratto a tempo determinato e assegnata alla scuola dell’infanzia quale organico Covid per consentire lo sdoppiamento delle classi e per la necessità di avere altro personale per il rispetto del numero massimo di bimbi nei vari gruppi.  L’indagine dei militari dell’Arma a suo carico era partita poco dopo l’assunzione dell’incarico, nel dicembre dello scorso anno, e a seguito delle lamentele di alcuni genitori che segnalavano comportamenti strani dei figlioletti. Era stato poi lo stesso Istituto scolastico a rivolgersi ai carabinieri di Mondovì.

I carabinieri hanno così piazzato all’interno dei locali della scuola materna delle telecamere nascoste che avrebbero ripreso i comportamenti violenti contro i bimbi. Secondo gli inquirenti, la maestra avrebbe assunto una “condotta sproporzionata rispetto alla finalità educativa e lesiva della dignità dei piccoli”. In particolare, scrivono i carabinieri, l’insegnante 57enne induceva i piccoli in una “condizione di paura e di soggezione tali da rendere loro la frequenza delle lezioni intollerabile”, usando abitualmente urla, ingiurie, minacce e persino percosse. Per contenere e gestire l’esuberanza dei bambini, secondo l’accusa la donna aveva infatti instaurato un clima di “tensione emotiva e di paura” all’interno della classe, cercando anche di condizionare psicologicamente i bambini per evitare che questi raccontassero a casa ciò che accadeva in aula.

Elementi a carico della donna che sono serviti alla immediata richiesta di sospensione dall’insegnamento e di arresto da parte della locale Procura della Repubblica. Il pericolo di reiterazione di queste condotte infatti ha spinto i pm a chiedere l’immediata emissione di una misura cautelare per l’ipotesi di reato di maltrattamenti nei confronti di persone sottoposte alla propria autorità. Per lei il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Cuneo ha firmato un ordine di custodia cautelare ai domiciliari eseguito oggi dagli stessi carabinieri.

Articolo PrecedenteOmicidio Bolzano, Benno Neumair pentito: “Crollato dopo il ritrovamento della madre”
Prossimo ArticoloIn comunità per rapina si impicca a 16 anni. Il biglietto: “Mamma, qui non ci volevo stare”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.