Una bambina di cinque anni è stata violentata nei locali dell’ambasciata degli Stati Uniti a Nuova Delhi, capitale indiana. La piccola – le cui condizioni sono stabili – è stata in grado di identificare il responsabile: si tratterebbe di un autista saltuariamente impiegato nella sede diplomatica.

Un uomo di 25 anni è stato arrestato con l’accusa di aver violentato una bambina di cinque anni nei locali dell’ambasciata degli Stati Uniti nella capitale indiana, Nuova Delhi.  L’uomo è stato tratto in arresto domenica dopo che i genitori della vittima hanno sporto denuncia alla polizia. Le condizioni della vittima sono stabili. La famiglia vive nell’ambasciata, dove il padre lavora nel personale delle pulizie. Secondo la polizia, l’accusato, un autista, non è impiegato della sede diplomatica. Eish Singhal, vice commissario della polizia di Delhi, ha raccontato alla CNN che l’identificazione del presunto responsabile dello stupro è stata fatta dalla vittima: “Non abbiamo dubbi che il responsabile sia stato trovato, perché a indicarcelo con la massima certezza è stata la bambina”.

I numeri degli stupri in India: 92 al giorno
Quello all’interno dell’ambasciata statunitense è solo l’ultimo grave episodio di violenza sessuale in India, un Paese che per questa piaga detiene la maglia nera nel mondo. I numeri del governo sono incredibili: la polizia ha registrato 33.658 casi di stupro nel 2017, una media di 92 al giorno, anche se gli esperti ritengono che molti casi non vengono denunciati. Secondo le statistiche, in India un giovane di meno di 16 anni viene abusato sessualmente ogni 155 minuti e un bambino di meno di 10 anni ogni 13 ore. Il numero di stupri ai danni di minorenni è in aumento ed è passato da 8.541 nel 2012 a 19.765 nel 2016. Più in generale, i reati sessuali nel paese sono passati dai 2.487 casi del 1971 ai 24.206 casi del 2011. Circa il 53% dei minori che hanno partecipato ad uno studio governativo hanno riferito di aver subito abusi sessuali; il 50% degli aggressori sono persone conosciute nelle quali hanno fiducia e che dovrebbero proteggerli. Inoltre 240 milioni di donne vengono sposate prima del 18esimo compleanno.