Indagato il braccio destro di Alberto Genovese, Daniele Leali: avrebbe fornito la droga per le feste

0
Indagato il braccio destro di Alberto Genovese, Daniele Leali.

Indagato il braccio destro di Alberto Genovese, Daniele Leali. Daniele Leali, ritenuto il braccio destro di Alberto Genovese, è indagato dalla procura di Milano. Secondo le accuse avrebbe fornito la droga che circolava durante le feste a “Terrazza sentimento”, la lussuosa casa di Genovese nel centro di Milano in cui l’imprenditore digitale avrebbe drogato e stuprato una ragazza di 18 anni. Leali al momento si trova a Bali: il suo rientro in Italia è previsto la prossima settimana. “Sono tranquillo e sereno, sono pronto a chiarire la mia posizione”, ha detto al suo avvocato.

L’uomo ritenuto il “braccio destro” di Alberto Genovese, Daniele Leali, è indagato dalla procura di Milano. Leali, che al momento si trova a Bali ed è atteso in Italia per il 19 dicembre, secondo gli inquirenti avrebbe fornito la droga che circolava durante le feste a “Terrazza sentimento”, il lussuoso appartamento nel centro di Milano di proprietà di Alberto Genovese, dove lo scorso 10 ottobre l’imprenditore digitale avrebbe drogato e stuprato una ragazza di 18 anni.

Leali è accusato di detenzione di droga ai fini di spaccio

Detenzione di droga ai fini di spaccio è l’accusa di cui deve rispondere Leali, che finora non risultava iscritto nel registro degli indagati e che subito dopo l’arresto di Genovese, ai primi di novembre, era volato a Bali per motivi lavorativi, negando tutte le accuse nei suoi confronti e sottolineando di non essere coinvolto nella vicenda giudiziaria per cui Genovese è finito in carcere. Le indagini sul presunto stupro si stanno però allargando, sia per quanto riguarda le violenze sessuali contestate a Genovese – sono diventati tre gli episodi contestati, tra Milano e Ibiza – sia sul fronte delle persone coinvolte. Oltre a Genovese negli scorsi giorni era stata indagata infatti anche l’ex fidanzata, che secondo alcune delle presunte vittime era presente al momento delle violenze. Adesso le indagini coordinate dal procuratore aggiunto Letizia Mannella e dal pubblico ministero Rosaria Stagnaro vedono coinvolto anche Leali, che alla fine di novembre era stato ricoverato d’urgenza a Bali in quanto vittima di un attacco d’ansia dopo aver partecipato a una trasmissione tv condotta da Barbara D’Urso, dopo la quale aveva ricevuto via social centinaia di messaggi minatori, offese e minacce.

Leali: Tranquillo e sereno, pronto a chiarire la mia posizione
“Sono tranquillo e sereno, sono pronto a chiarire la mia posizione”, ha detto Leali al suo avvocato Sabino Di Sibio, secondo quanto apprende. “Sono assolutamente convinto che i magistrati debbano fare il loro lavoro con serenità, se questo per loro significa inserirmi nel registro degli indagati va bene così. Sto continuando a svolgere e portare avanti le mie attività”, ha proseguito Leali, che ha confermato che il suo rientro in Italia è previsto il 19 dicembre. “Qualora ci fosse la necessità di essere ascoltato prima del 19 dicembre potrei rientrare prima. Finisco questa settimana le mia attività lavorative – ha concluso Leali -. Continuo a fare quello che faccio da oltre 20 anni, chiaramente con tutte le problematiche relative a quello che sta accadendo in Italia”.

Articolo PrecedenteAbbandona la figlia di pochi mesi in ospedale perché positiva al Covid: arrestata
Prossimo ArticoloIl caso Genovese non fa paura: le feste private a Milano continuano e sfidano anche il Covid
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.