Drammatico incidente mercoledì mattina a Rivarolo Canavese (Torino). Un mezzo pesante stava svoltando verso destra e il conducente probabilmente non si è accorto del sopraggiungere di una ragazza in bicicletta. L’impatto è avvenuto in via della Lumaca, all’incrocio con via Favria. Inutili i soccorsi: la giovane ciclista, una ventiseienne italiana, è morta.

Drammatico incidente a Rivarolo Canavese, a Torino. Una giovane donna è stata travolta e schiacciata da un’autocisterna nella mattinata di mercoledì 17 luglio 2019, in via della Lumaca all’incrocio con via Favria. La vittima è una ragazza italiana di ventisei anni che viveva nella zona dell’incidente. A quanto ricostruito, era in sella alla sua bicicletta quando è stata travolta intorno alle 9 di questa mattina. Per la donna non c’è stato nulla da fare: è morta sul colpo, schiacciata sotto le ruote dell’autocisterna. Secondo la prima ricostruzione dei quotidiani locali il mezzo pesante, proveniente da via Favria, ha svoltato a destra, come ha fatto anche la bici, travolgendo la giovane. Sono attualmente in corso gli accertamenti sulla dinamica del sinistro da parte degli agenti della Polizia Municipale di Rivarolo Canavese. Sul posto anche il personale del 118, i vigili del fuoco di Ivrea e i carabinieri di Rivarolo e Castellamonte.

Il conducente del tir portato sotto choc in ospedale – L’incidente, a quanto si apprende, si è verificato sotto l’occhio di una telecamera di videosorveglianza. Le immagini sono già al vaglio degli inquirenti. Probabilmente il conducente dell’autocisterna, un italiano di quarantatré anni residente a Torino, non ha visto la bici alla sua destra e quindi avrebbe svoltato schiacciandola. L’uomo è stato soccorso dal personale del 118 e portato in stato di choc all’ospedale di Cuorgnè per accertamenti. Sul luogo della tragedia è intervenuto anche il sindaco Alberto Rostagno.