Incendio in via Antonini a Milano, Procura apre fascicolo per disastro colposo: le cause del rogo

0

Incendio in via Antonini a Milano, Procura apre fascicolo per disastro colposo. La Procura di Milano, per cui sta indagando il pubblico ministero Tiziana Siciliano, aprirà a breve un fascicolo per disastro colposo per l’incendio che ieri ha distrutto un grattacielo in via Antonini. Si stanno nel frattempo chiarendo le cause del rogo, mentre il timore principale adesso è rappresentato da possibili crolli.

Il giorno dopo l’incendio che ha distrutto la Torre dei Moro in via Antonini a Milano, sciogliendo come burro la struttura, si fa la conta dei danni e delle responsabilità. La Procura di Milano, per cui sta indagando il pubblico ministero Tiziana Siciliano, aprirà a breve un fascicolo per disastro colposo. La dottoressa Siciliano effettuerà nelle prossime ore un sopralluogo sul posto insieme ai vigili del fuoco per valutare lo stato delle cose.

Le cause dell’incendio, ipotesi cortocircuito

Nel frattempo, secondo quanto appurato sinora dagli inquirenti, sarebbe stato ormai chiarito il “percorso” delle fiamme. L’incendio, infatti, si sarebbe scatenato al quindicesimo piano dell’edificio per poi propagarsi rapidamente in tutto il palazzo a causa di quello che viene definito “effetto camino”. Il rogo, in sostanza, avrebbe avuto maggior possibilità di raggiungere i piani inferiori per via dello spazio tra il cemento armato e la copertura in metallo e polistirene largo alcuni centimetri. Resta però da capire cosa sia successo al quindicesimo piano, la causa che ha dato il via all’inferno di fuoco che fortunatamente non ha provocato vittime e nemmeno feriti.

 

L’ultima ipotesi è quella di un cortocircuito. In un video agli atti dell’inchiesta, registrato da un testimone, si vedrebbe infatti l’incendio originarsi all’ultimo piano dell’edificio. Gli investigatori proseguono comunque nelle indagini per appurare la causa effettivo dello scoppio del rogo con l’ausilio anche del Nucleo investigativo antincendi dei vigili del fuoco i cui specialisti sono arrivati a Milano da Roma.

Si temono crolli improvvisi dell’edificio

Il timore principale, al momento, è quello di un possibile crollo degli interni. Alcuni tecnici, per questo motivo, starebbero valutando l’abbattimento di quel che resta dell’edificio, così da evitare eventuali ulteriori problemi in caso di collassi che potrebbero coinvolgere i palazzi adiacenti. Nei prossimi giorni gli investigatori depositeranno una relazione con le prime analisi effettuate. Gli inquirenti passeranno poi all’ascolto delle testimonianze di diverse persone, tra cui anche i responsabili e i progettisti che hanno realizzato il piano di costruzione della torre.

Articolo PrecedenteSan Severo, 12enne autistico aggredito dal branco: botte anche al fratellino
Prossimo ArticoloTragedia a Palermo, Luca muore annegato: si era tuffato per salvare alcuni bagnanti in difficoltà
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.