IL GOVERNO SOSPENDE LA ZONA GIALLA FINO AL 30 APRILE. DURO COLPO PER LE ATTIVITÀ COMMERCIALI IN SARDEGNA

0
IL GOVERNO SOSPENDE LA ZONA GIALLA FINO AL 30 APRILE.

IL GOVERNO SOSPENDE LA ZONA GIALLA FINO AL 30 APRILE. DURO COLPO PER LE ATTIVITÀ COMMERCIALI IN SARDEGNA. L’Isola non potrà scendere sotto la fascia arancione. Già questa mattina il governatore Solinas aveva parlato di un “provvedimento troppo punitivo per la Sardegna”, aggiungendo: “Dispiace per le attività”.

I ristoranti e i bar restano chiusi, saranno consentiti solo asporto e consegna a domicilio. E’ questa la decisione del governo fino al 30 aprile. Per il prossimo mese perciò verrà mantenuto il sistema attuale, che ha, in sintesi, bandito le aree gialle, quelle a minor rischio contagi.

Discorso dunque valido anche per la Sardegna, che, salvo peggioramento della curva di contagi, rimarrà in arancione per tutto il mese di aprile. Una brutta batosta per l’Isola, che sperava quantomeno di poter passare alla fascia gialla così da allentare la pressione sulle attività.

Già questa mattina il presidente della Regione Christian Solinas aveva espresso perplessità per le misure adottate in Sardegna. “Il sistema dei colori, così architettato, genera effetti punitivi nei confronti di alcune realtà territoriali – ha affermato il governatore -. Il caso della Sardegna è eclatante, perché per via di un unico indicatore su 21 e di pochi cluster in alcuni Comuni tutta l’Isola paga il duro prezzo del passaggio dalla zona bianca a quella arancione”.

“Mi dispiace profondamente soprattutto per i tanti esercizi commerciali, che pagano questo valzer dei colori con chiusure e riaperture in maniera disordinata, che pregiudicano la possibilità di un reddito di mantenere una continuità aziendale”, ha aggiunto.

L’unica novità a livello nazionale, confermata dal presidente del Consiglio Mario Draghi nella conferenza stampa al termine dell’incontro, è il ritorno in classe fino alla prima media anche in zona rossa.

Articolo PrecedentePur costretti dall’emergenza sanitaria i piloti di deltaplano e parapendio non rinunciano a volare
Prossimo ArticoloMarta Novello si è svegliata. Il ricordo del suo aggressore: “Voleva rubarmi il portafoglio”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.