Il figlio di 1 anno della fidanzata piange, lui lo violenta e lo uccide: “Ero irritato, non smetteva”

0
Il figlio di 1 anno della fidanzata piange, lui lo violenta e lo uccide.

Il figlio di 1 anno della fidanzata piange, lui lo violenta e lo uccide. Il bambino, Legacy Beauford, è stato ucciso dal 23enne Keishawn Gordon nel Bronx, a New York. La madre gliel’avevo affidato per quella notte. Dai controlli è emerso che l’uomo sarebbe stato arrestato in almeno cinque occasioni e, tra le altre cose, deve rispondere dell’accusa di rapina nel 2019 e di aggressione nel 2018.

Il figlio di appena un anno della fidanzata piangeva in modo “incontrollabile”, per questo ha deciso di farlo smettere in maniera definitiva. Keishawn Gordon, 23 anni, mercoledì scorso, 8 settembre, ha fatto da babysitter al piccolo Legacy Beauford nell’appartamento della famiglia nelle Webster Houses del quartiere Bronx di New York City. Quando la polizia lo ha interrogato in merito alle ferite del piccolo Legacy dopo la morte del bambino, inizialmente si è limitato a dire agli investigatori di aver “lievemente premuto sullo stomaco” del bimbo per poi “lanciarlo in aria per calmarlo,” secondo quanto riportato nella denuncia penale presentata in tribunale dopo che Gordon è stato arrestato nella giornata di Venerdì. Ma in seguito ha ammesso di averlo preso a pugni e di averlo aggredito sessualmente, come confermato dagli agenti. Il medico legale ha riscontrato la presenza di lividi su tutto sul corpo e sul viso di Legacy, diverse costole rotte e la lacerazione del fegato, che avrebbe portato ad un’emorragia interna risultata poi fatale all’infante. “Ero frustrato, non smetteva di piangere”, ha detto Gordon, secondo la denuncia. “Continuava a vomitare. L’ho provato a scuotere. Mi stava irritando”. Il 23enne deve ora rispondere di omicidio di primo grado in un tribunale penale nel Bronx.

Le precedenti accuse dell’uomo
L’amministrazione per i servizi per l’infanzia ha assicurato che sta indagando sulla morte del bimbo. Una persona informata sul caso, sentita dal New York Times, ha affermato che il 14 luglio, gli assistenti sociali locali sono stati incaricati di stilare un rapporto in merito ai presunti abusi sessuali di cui sarebbe stato vittima il fratello maggiore di Legacy. L’indagine della polizia è stata successivamente chiusa, ma nessun bambino è stato sottoposto a controlli medici o sentito dagli inquirenti. Secondo la polizia, Keishawn Gordon sarebbe stato arrestato in almeno cinque occasioni e, tra le altre cose, deve rispondere dell’accusa di rapina nel 2019 e di aggressione nel 2018.

 

Articolo PrecedenteIndia, violentata in un furgone con una sbarra di ferro: madre di 2 figli muore tra atroci sofferenze
Prossimo Articolo“Lo scanniamo come un vitello”, boss ordina l’omicidio per vendicare affronto: 8 arresti a Bagheria
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.