“Il castello delle cerimonie” torna in tv, ricordando la signora Rita morta per il Covid. Il Castello delle cerimonie, il programma tv di Real Time, dovrebbe tornare in onda con la nuova stagione il prossimo 4 settembre. Lo avevano confermato a Fanpage.it fonti vicine al programma. Lo scorso 10 agosto però, il sindaco di Sant’Antonio Abate ha chiuso in via precauzionale la residenza “La Sonrisa”, dopo che un dipendente di 55 anni è risultato positivo al Covid. I tempi potrebbero quindi allungarsi. Nel frattempo, il primo episodio è già disponibile su Dplay Plus e ricorda con affetto la scomparsa di “Donna Rita”, la vedova del Boss morta proprio a causa del Coronavirus.

Il Coronavirus ha bussato anche alle porte del Castello delle cerimonie, la splendida residenza “La Sonrisa”, set del noto programma tv su Real Time. Dopo la morte del Boss Antonio Polese, ormai quattro anni fa, il programma aveva cambiato nome, non più “Il Boss delle cerimonie”, ma semplicemente “Il Castello delle Cerimonie”. Appena qualche settimana un’altra spiacevole notizia: la Signora Rita vedova del Boss è morta a causa del Coronavirus. La notizia ha lasciato di stucco migliaia di fan che hanno riempito le pagine social del programma di affetto e messaggi di condoglianze.

A rischio le registrazioni del programma
Ma il problema Coronavirus non è ancora superato. Lo scorso 10 agosto, il sindaco di Sant’Antonio Abate ha chiuso in via precauzionale il Grand Hotel La Sonrisa, dopo che un dipendente di 55 anni è risultato positivo al tampone. Il programma aveva annunciato di tornare in onda su Real Time il prossimo 4 settembre con la nuova edizione, ma a questo punto i tempi potrebbero anche allungarsi. Intanto, in esclusiva su Dplay Plus, è stato reso disponibile il primo episodio, in ricordo della Signora Rita, “che con la sua gentilezza e delicatezza ha colorato le puntate delle scorse edizioni”, si legge sul sito.

Chiuso per Covid il Castello delle cerimonie

La notizia del dipendente positivo al Covid-19 è stata trasmessa dall’ASL di Napoli lo scorso 10 agosto. A quanto risulta, il 55enne contagiato avrebbe frequentato la struttura e sarebbe quindi venuto a contatto con diverse persone che ci lavorano. Per il momento dunque, la residenza resta chiusa, per completare la mappatura di tamponi. Gli ospiti dell’albergo sono stati trasferiti in altre strutture e le cerimonie già in programma sono state posticipate. Lo ha comunicato il sindaco Abagnale:

Con la stessa comunicazione in considerazione che, dalle indagini epidemiologiche in corso, il predetto soggetto, nei 14 giorni prima dell’insorgenza dei sintomi, ha frequentato la struttura ed ha avuto contatti con molti soggetti impegnati nell’attività, è stata proposta, a tutela della salute pubblica, di emettere ordinanza a carico della società predetta di sospensione temporanea di ogni attività ristorativa e recettiva, almeno fino all’acquisizione delle risultanze dei tamponi effettuati.

L’addio a Rita Greco vedova del Boss
La morte di Rita Greco ha sconvolto il paese di Sant’Antonio Abate, ma soprattutto la grande famiglia della residenza La Sonrisa. “Donna Rita”, si è spenta all’ospedale Cotugno di Napoli, dove era ricoverata da due settimane a causa del Covid. Inizialmente era risultata asintomatica, ma negli ultimi giorni, a causa di patologie pregresse, le sue condizioni di salute erano peggiorate. In molti hanno espresso il loro dolore per la perdita della vedova, a cominciare da Gaetano Davide, conosciuto come il “gigante buono” del Castello: “Una donna di quelle che oggi non esistono più. La sola cosa che mi consola è che adesso potrà riabbracciarsi con il suo “Antonio”. Ciao donna Rita, grazie di tutto: siete stata come una mamma per tutti noi”. Anche Ferdinando Romeo, maitre de La Sonrisa ha ricordato Donna Rita: “Ci mancherai moltissimo ma l’unica cosa che ci consola e che riabbraccerai il tuo amato sposo. Ti ho voluto bene”.