Il Golden Retriver era a passeggio con il suo padrone a Trani quando ha fiutato il suo vicino di casa privo di sensi a causa di un attacco di cuore e ha fatto scattare l’allarme. La notizia ha attirato l’Amministrazione comunale, che ha deciso di consegnare un riconoscimento a questo “eroe a quattro zampe”.

“Igor eroe a quattro zampe”: è quanto si legge sulla targa in argento che è stata conferita a un cane, un bellissimo esemplare di Golden Retriever dal pelo bianco, che qualche giorno fa ha salvato un uomo colpito da un attacco di cuore. È la città di Trani, in Puglia, ad aver “premiato” il cane-eroe. “È davvero un eroe”, ha detto il sindaco Amedeo Bottaro accarezzando Igor, diventato noto ai tranesi per “un intervento” della settimana scorsa. Il cane era a passeggio con Antonio, il suo padrone, quando rientrando a casa, ha rallentato. Il padrone arrivato all’uscio di casa ha visto che il cane non c’era ed è uscito per cercarlo. Igor era rimasto a qualche isolato di distanza dalla casa in cui vive, accanto a un uomo riverso sull’asfalto. Quell’uomo aveva avuto un attacco di cuore e Igor se n’era accorto. Antonio a quel punto ha immediatamente chiamato i soccorsi. Una storia che ha attirato l’attenzione dell’Amministrazione, in particolare della consigliera Raffaella Merra che ha deciso di consegnare un riconoscimento all’“eroe a quattro zampe”.

“Un cane che salva un uomo è un episodio eccezionale e merita un premio” – “Questa targa – le parole della consigliera riportate dalle cronache locali – è l’inizio di un percorso intrapreso già dall’inizio del mio mandato elettorale. Gli animali sono i migliori amici dell’uomo e per questo bisogna rispettarli e bisogna riconoscere che in loro c’è, oltre all’amore, un segno indelebile di riconoscimento. Un cane che salva un uomo è un episodio eccezionale e merita un premio. Quello di oggi è l’inizio di un percorso per far capire che il rispetto, non solo tra gli uomini, è alla base di tutto. L’entrata degli animali nei luoghi pubblici, come il Comune, non è più un’utopia e questo ci aiuterà a marginare la piaga del randagismo”. “È ancora più bello quando addirittura premiamo un animale, come Igor, per quello che ha fatto. È chiaro che dietro c’è sempre il lavoro dell’uomo e la grande umanità di chi cresce un animale”, ha aggiunto il sindaco. Dopo aver ricevuto il suo premio ed esser stato coccolato dalle persone presenti alla cerimonia, Igor è uscito da Palazzo di Città scodinzolando e seguendo ogni mossa del suo padrone.