I vaccini Covid a mRNA di Pfizer e Moderna proteggono anche dal contagio

0
I vaccini Covid a mRNA di Pfizer e Moderna proteggono anche dal contagio

I vaccini Covid a mRNA di Pfizer e Moderna proteggono anche dal contagio. Lo indica un nuovo studio dei CDC condotto tra il personale sanitario, i primi soccorritori e altri lavoratori essenziali e in prima linea in otto centri degli Stati Uniti: “Rischio di infezione ridotto del 90% dopo due dosi e dell’80% dopo la prima”.

I vaccini a mRNA di Pfizer-BionTech e Moderna sono efficaci non sono nel prevenire le forme sintomatiche di Covid-19 ma anche nel proteggere dal contagio. Lo indicano i dati di un nuovo studio condotto dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti che ha confermato nel mondo reale i risultati di due studi clinici di fase III (Baden LR et al. NEJM 2021; Polack FP et al. NEJM 2020).

I vaccini a mRna riducono il rischio di infezione
La nuova analisi, pubblicata su MMWR, ha coinvolto 3.950 persone tra medici, operatori sanitari, primi soccorritori e altri lavoratori essenziali e in prima linea di otto località statunitensi – Phoenix, Tucson e altre aree dell’Arizona; Miami (Florida); Duluth (Minnesota); Portland (Oregon); Temple (Texas) e Salt Lake City (Utah). In 2.479 (82,8%) hanno ricevuto entrambe le dosi di vaccino raccomandate e in 477 (12,1%) almeno una singola iniezione. “Tra in non vaccinati – indicano i CDC – sono state diagnosticate 1,38 infezioni ogni 1.000 persone al giorno. Al contrario, tra le persone completamente immunizzate (almeno 14 giorni dopo la seconda dose) sono state riportate 0,04 infezioni su 1.000 persone al giorno mentre tra le parzialmente immunizzate (almeno 14 giorni dopo la prima dose e prima della seconda dose) sono state segnalate 0,19 infezioni su 1.000 persone al giorno”.

Dati che hanno dunque permesso di calcolare l’efficacia del vaccino nel proteggere dal contagio. “La prevenzione dall’infezione è stata del 90% per l’immunizzazione completa e dell’80% per l’immunizzazione parziale – osservano i CDC – . Questi risultati indicano che gli attuali vaccini a mRna sono efficaci nel prevenire l’infezione da Sars-Cov-2, indipendentemente dallo stato dei sintomi, tra gli adulti in età lavorativa in condizioni reali”.

Conclusioni che, ha aggiunto l’Ente statunitense per il controllo delle malattie, completano e ampliano i risultati di studi precedenti, dimostrando che i vaccini a mRna di Pfizer-BionTech e Moderna possono ridurre il rischio di infezione e, di conseguenza, il rischio di trasmissione del virus. “Il calo dell’infezione trasmissibile da persone con infezione asintomatica o prima della comparsa dei sintomi è particolarmente importante tra il personale sanitario, i primi soccorritori e altri operatori essenziali e in prima linea, dato il loro potenziale di trasmissione dovuto ai frequenti contatti ravvicinati con i pazienti e il pubblico – precisano i CDC – . Con il progredire dello studio, i virus isolati saranno caratterizzati geneticamente per esaminare le caratteristiche delle infezioni che si sono verificate e, dato che vi è incertezza relativa al numero di giorni necessari per sviluppare l’immunità dopo la vaccinazione, è giustificata la ricerca futura che esamini l’efficacia del vaccino nei diversi intervalli di tempo”.

 

Articolo PrecedenteItaliani scoprono composto naturale che blocca il coronavirus nelle cellule impedendo la diffusione
Prossimo ArticoloPrecipita dal viadotto dell’autostrada e fa un volo di 30 metri: morto imprenditore di 55 anni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.