I poliziotti statunitensi frustano i migranti al confine con il Messico: tra loro anche donne e bambini

0
I poliziotti statunitensi frustano i migranti al confine con il Messico.

I poliziotti statunitensi frustano i migranti al confine con il Messico. Poliziotti a cavallo che frustano i migranti al confine con il Messico. Le immagini diffuse dalla stampa statunitense arrivano a poche ore dal debutto del Presidente Joe Biden all’assemblea generale dell’Onu. “Sono immagini terribili – afferma la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki -. Non ho il contesto completo, ma restano inaccettabili”.

Poliziotti che frustano i migranti al confine con il Messico per disperdere la folla. Un video che sta sconvolgendo in queste ore gli Stati Uniti. Nelle immagini si vedono gli agenti della polizia statunitense a cavallo che frustano coloro che cercano di attraversare il confine con gli Usa. Tra queste persone anche donne e minori. Al confine, lì dove sorge il muro progettato durante la presidenza di George W. Bush, è scoppiata una nuova crisi umanitaria dovuta all’arrivo di più di 10mila persone che chiedono asilo al Paese di Joe Biden. Un commento su queste immagini arriva anche dalla Casa Bianca: a poche ore dal debutto di Biden all’assemblea generale dell’Onu, la portavoce Jen Psaki deve porre rimedio a quella che secondo i media nazionali è una violazione dei diritti umani, oltre che un esempio di abuso di potere. “Sono immagini orribili da vedere – precisa -. Ho visto solo alcuni minuti, non ho il contesto completo”. Subito dopo però sembra quasi scusarsi e sottolinea ancora: “Anche se lo avessi, non credo proprio che questo renderebbe appropriato quanto ripreso dalle telecamere. Non c’è nessuno che possa ritenere quelle immagini accettabili. La gente è ovviamente offesa da questo abuso di potere. Questo è un caso davvero mortificante”.

Il video ha infatti creato dell’imbarazzo all’interno dell’amministrazione Biden. La violazione dei diritti umani, soprattutto nel giorno di debutto del nuovo presidente all’assemblea generale dell’Onu, rappresenta già un argomento da prima pagina. In particolare, gli occhi sono puntati sul ministro Alejandro Mayorkas, primo responsabile degli Interni ispanico degli Stati Uniti. Anche lui, ora in carica con l’amministrazione Biden, è figlio di rifugiati cubani. Nonostante le scuse e le parole di sdegno arrivate dalla Casa Bianca in seguito alle riprese fatte sul confine tra Messico e Usa, il Presidente Joe Biden resta fermo sulla sua decisione di rimpatriare tutti coloro che si trovano alla frontiera in cerca di asilo. Interrogata anche su questa contraddizione tra parole e operato, la portavoce della Casa Bianca ha solo affermato: “Questo non è il momento adatto per accogliere altre persone nel Paese”.

Articolo PrecedenteTroppo dolore per la morte del figlio, madre si toglie la vita davanti al cimitero. Dramma a Pagani (Salerno)
Prossimo ArticoloIl giallo di Madalina Pavlov, volata giù da un palazzo a 21 anni: “È stata uccisa”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.