“Ho ucciso tua madre, ora tocca a te”: l’omicida di Arese ha cercato anche di strangolare il figlio

0
“Ho ucciso tua madre, ora tocca a te”: l’omicida di Arese ha cercato anche di strangolare il figlio.

“Ho ucciso tua madre, ora tocca a te”: l’omicida di Arese ha cercato anche di strangolare il figlio. Dopo aver ucciso la moglie ad Arese, in provincia di Milano, il 41enne arrestato ieri avrebbe anche cercato di strangolare il figlio 18enne: “Ho ucciso tua madre e ora tocca a te”, avrebbe detto l’uomo. Il ragazzo è riuscito a difendersi. Il padre, che si era poi inferto alcune lievi ferite, è adesso accusato anche di tentato omicidio.

“Ho ucciso tua madre e ora tocca a te”. Questa la frase agghiacciante che Jaime Moises Rodriguez Diaz, il 41enne messicano che ieri ha ucciso la moglie ad Arese, in provincia di Milano, avrebbe pronunciato all’indirizzo del figlio 18enne. Dopo aver ammazzato la moglie, trovata in un lago di sangue con una profonda ferita al capo, e prima di chiudersi in bagno, dove si sarebbe inferto alcune ferite con un coltello, l’uomo avrebbe cercato di strangolare il figlio 18enne con una cintura di nylon. Per questo motivo adesso al 41enne, da ieri recluso nel carcere di San Vittore dopo essere stato medicato e dimesso dall’ospedale di Garbagnate, oltre all’accusa di omicidio è contestata quella di tentato omicidio.

Dopo aver ucciso la moglie l’uomo ha cercato di strangolare il figlio
Tra il padre e il figlio, a quanto pare, c’erano stati spesso screzi a causa dei modi autoritari dell’uomo. Non è chiaro se anche in passato i suoi comportamenti fossero mai diventati veri e propri atti di violenza. Fatto sta che ieri mattina l’uomo ha ucciso la moglie, la 48enne Silvia Susana Villegas Guzman, nella loro casa in via Gran Paradiso ad Arese, dove la coppia si era trasferita da circa un mese dal Messico. Dopo il femminicidio l’uomo avrebbe cercato di uccidere anche il figlio primogenito, che è però riuscito a difendersi. Ieri mattina era stato poi proprio il 18enne, assieme agli altri suoi due fratelli minori, ad andare dai vicini per dare l’allarme: quando i carabinieri sono intervenuti nell’abitazione della famiglia hanno trovato la donna ormai priva di vita e il marito chiuso in bagno, con ferite che sono poi state giudicate guaribili in dieci giorni.

Articolo PrecedenteVecchi rivali in amore: dopo 34 anni minaccia l’uomo a cui “rubò” la moglie e che tentò di ucciderlo
Prossimo ArticoloL’obbligo delle mascherine all’aperto sarà eliminato a inizio luglio
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.