“Ho sparato e basta”, chiesta la massima pena per Igor il Russo accusato di tre omicidi in Spagna

0
“Ho sparato e basta”, chiesta la massima pena per Igor il Russo accusato di tre omicidi in Spagna.

“Ho sparato e basta”, chiesta la massima pena per Igor il Russo accusato di tre omicidi in Spagna. La procura spagnola ha chiesto la massima pena per Igor il Russo, arrestato in Spagna nel dicembre 2017 dopo diversi mesi di latitanza e accusato dell’omicidio di tre persone, un allevatore e due agenti della Guardia Civil. L’uomo, che in Italia è già stato condannato all’ergastolo per due omicidi avvenuti in Emilia-Romagna, ha dichiarato di aver compiuto gli omicidi a sangue freddo e in un caso “senza alcuna logica”.

È iniziato in Spagna il processo a Norbert Feher, alias Igor il Russo, arrestato nel dicembre 2017 dopo diversi mesi di latitanza e accusato dell’omicidio di ben cinque persone tra Italia e Spagna. Secondo l’agenzia di stampa Efe, la procura spagnola avrebbe chiesto la massima pena per l’uomo reo di aver ucciso nel 2017 l’allevatore José Luis Iranzo e gli agenti della Guardia Civil, Víctor Romero e Víctor Caballero.

Durante l’inquisitoria tenutasi durante l’udienza al tribunale di Teruel (Aragona) in cui è a processo Igor il Russo, è stato rimarcato come l’uomo abbia compiuto gli omicidi a sangue freddo e in un caso “senza alcuna logica”. Per questo la pm che si occupa del caso ha chiesto una condanna alla massima pena prevista dal codice penale del Paese iberico dove non c’è l’ergastolo. Feher interrogato durante il processo riguardo al primo dei tre crimini di cui è accusato, l’assassinio di un allevatore della zona di Teruel, ha spiegato che gli ha sparato contro una prima volta perché convinto che la vittima, José Luis Iranzo, fosse in possesso di un’arma. “Ero nascosto in una casa quando Iranzo si avvicinò insieme ad agenti della Guardia Civil mentre mi cercavano”, ha spiegato. In seguito, ha aggiunto in risposta a domande della pm, Igor il Russo ha detto di aver di nuovo aperto fuoco contro José Luis Iranzo “senza logica”, mentre questi cercava di fuggire: “Ho sparato e basta”, ha detto.

Solo qualche giorno fa, alla viglia del processo, Igor il Russo, ha cercato di ferire un funzionario del carcere di Duenas, in Spagna, dove si trova detenuto, e ha mandato in ospedali altri cinque operatori carcerari colpendoli con delle piastrelle. Il serbo 40enne è stato arrestato lo scorso dicembre 2017, dopo diversi mesi di latitanza, per ben cinque omicidi, commessi in Italia e in Spagna. Nel nostro paese Feher aveva ucciso due persone, il 1° e l’8 aprile 2017, nelle province di Bologna e Ferrara: per i due omicidi è stato condannato all’ergastolo in appello. E prima di essere catturato in Spagna, dopo una latitanza durata 8 mesi, aveva ucciso due agenti della Guardia Civil e un allevatore. Sempre in Spagna aveva anche ferito gravemente due persone, crimine per il quale è già stato condannato a 21 anni.

Articolo PrecedentePatrick Zaki, via libera del Senato alla cittadinanza italiana: Fratelli d’Italia si astiene
Prossimo ArticoloIl figlio è ricoverato in ospedale, la mamma si laurea al Santobono di Napoli in videoconferenza
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.