Hell Raton. La grande novità di X-Factor, quest’anno, si chiama Hell Raton aka Manuel Zappadu: un nome che, probabilmente, al grande pubblico dice poco, ma che è molto noto nell’ambiente musicale italiano per il suo grande talento e lo spessore personale.

E’ lui il muovo giudice del proficuo talent show di Sky: formerà e giudicherà aspiranti talenti musicali insieme a Mika, Manuel Agnelli ed Emma. Zappadu non arriva dal nulla: ha dietro di sé una lunga, lunghissima gavetta iniziata proprio a Olbia, una delle città in cui è cresciuto. Figlio del giornalista olbiese Antonello Zappadu, Hell Raton è ponte tra due culture: quella sarda (paterna) e quella latino-americana dell’Ecuador (materna) che ben si sente nella sua produzione.

Un mix caldo, avvolgente e forte che caratterizza tutta la vita di questo giovane artista che non ha mai smesso di credere nel suo talento e che non ha mai smesso di lavorare.

Di strada, Manuelito, ne ha fatta tanta: il suo nome si lega a doppio filo a quelli di Salmo (Maurizio Pisciottu), Dj Slait (Ignazio Pisano) ed Enigma (Marcello Scano) con i quali ha fondato la mitica Machete con la quale, questi olbiesi di talento, hanno rivoluzionato il panorama rap italiano (e non solo).

Il lavoro di Hell Raton, che ha appena 30 anni, è fatto molto di “dietro le quinte”, ma è un lavoro pesante e possente a livello artistico e aziendale. Manuel Zappadu è un affermato produttore, è il CEO dell’etichetta Machete Empire Records ed è ideatore del progetto Machete Gaming in cui musica e gaming si incontrano.

Come se tutto ciò non fosse abbastanza, Manuelito è anche molto impegnato nel sociale. Una delle ultime iniziative è il Machete Aid on Twitch: maratona di 12 ore avvenuta il 5 giugno a sostegno dei lavoratori del settore musicale. Poi, tanti i viaggi compiuti in Africa per progetti benefici.

Il mondo della musica lo conosce e lo apprezza: ora, con X-Factor, Hell Raton ha l’occasione di farsi conoscere dal grande pubblico.