Green pass obbligatorio in azienda e ufficio, quanti sono i lavoratori italiani non ancora vaccinati

0
Green pass obbligatorio in azienda e ufficio, quanti sono i lavoratori italiani non ancora vaccinati

Green pass obbligatorio in azienda e ufficio, quanti sono i lavoratori italiani non ancora vaccinati. Da venerdì 15 ottobre, il Green pass diventa obbligatorio per accedere ai luoghi di lavoro, sia del settore privato che pubblico. Eppure, secondo gli ultimi dati Gimbe, sono quasi 4 milioni i lavoratori che non sono stati vaccinati, il che rischia di creare il caos tamponi per ottenere la certificazione verde.

Da venerdì 15 ottobre il Green pass sarà obbligatorio sui luoghi di lavoro. Le nuove regole saranno in vigore per il settore pubblico e privato: per accedere a tutti i gli uffici e a tutte le aziende, ma anche per chi svolge un lavoro autonomo, sarà necessario avere la certificazione verde che attesti l’avvenuta vaccinazione o guarigione dal Covid, oppure un tampone (effettuato 72 ore prima se molecolare, 48 ore prima se antigenico). Chi non dovesse avere il Green pass e lo dichiarasse all’ingresso del luogo di lavoro, dovrebbe naturalmente essere allontanato e invitato a tornare a casa. A quel punto il lavoratore è considerato assente ingiustificato, resterà senza retribuzione, ma conserverà il posto di lavoro, e non riceverà una sospensione disciplinare. Eppure, alla vigilia dell’entrata in vigore del provvedimento, sono ancora molti i lavoratori che non hanno ricevuto nemmeno la prima dose di vaccino: secondo gli ultimi dati Gimbe sono 3,8 milioni i lavoratori non vaccinati e questo rischia di provocare, di conseguenza, il caos tamponi. “In assenza di dati ufficiali – ha spiegato il Presidente, Nino Cartabellotta – è possibile effettuare solo stime indirette del numero di lavoratori non ancora vaccinati, utilizzando differenti fonti di dati e accettando i limiti che possono influenzare le stime stesse”.

Sempre secondo Gimbe, che ha rilevato un calo nella somministrazione delle prime dosi di vaccino Covid nelle ultime settimane nonostante l’annuncio dell’obbligatorietà del Green pass a lavoro, “oltre 175mila tamponi rapidi al giorno e il crollo dei nuovi vaccinati indicano da settimane uno zoccolo duro di popolazione non intenzionata a vaccinarsi, tra cui 3,8 milioni di lavoratori. I modesti risultati ottenuti con la progressiva espansione del Green pass e il rischio caos tamponi invitano a valutare l’introduzione dell’obbligo vaccinale”. Se, infatti, nella settimana 6-12 ottobre il numero dei tamponi antigenici è stato 1,2 milioni, “dal 15 ottobre il fabbisogno settimanale di test antigenici rapidi è ipotizzabile tra 7,5 e 11,5 milioni”. Cifre che rischiano di creare notevoli disagi, contro i quali la Fondazioni propone al governo di valutare, per l’appunto l’obbligo vaccinale.

A che punto è la campagna di vaccinazione in Italia

Secondo il report di oggi della Fondazione Gimbe, al 13 ottobre risultano consegnate 99.713.127 dosi: pur avendo ricevuto solo 950mila dosi nell’ultima settimana, le scorte di vaccini a mRna restano stabili a quota 13,3 milioni. Sempre al 13 ottobre il 77,5% della popolazione, pari a 45.896.082 persone, ha ricevuto almeno una dose di vaccino (+402.786 rispetto alla settimana precedente) e il 73,3% (43.455.924 persone) ha completato il ciclo vaccinale (+534.900 rispetto alla settimana precedente). Tuttavia, negli ultimi sette giorni, nonostante l’avvicinarsi delle nuove regole sul Green pass a lavoro, è sceso ancora il numero di somministrazioni (1.040.938), con una media di circa 152mila somministrazioni al giorno. Per la seconda settimana consecutiva cala anche il numero di nuovi vaccinati: da 493mila a 378mila (-23,2%). A preoccupare, è tra le categorie a maggiore rischio di malattia severa, quella degli over 50: sono ancora 3,2 milioni (11,8%) gli ultracinquantenni che non hanno completato il ciclo vaccinale, di cui 2,48 milioni non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino, con rilevanti differenze regionali (dal 14,7% della Calabria al 5,3% della Puglia).

Green pass obbligatorio in azienda e ufficio, quanti sono i lavoratori italiani non ancora vaccinati

Articolo PrecedenteNorvegia, uomo armato di arco e frecce uccide diverse persone a Kongsberg: numerosi i feriti
Prossimo ArticoloDisastro Alitalia, 13 miliardi di euro e quarant’anni di guai per mandare a casa 7mila persone
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.