A Genova, in località Sestri Ponente, una giovane suora è stata accoltellata da un uomo (poi fermato) all’interno di una chiesa. La donna sarebbe intervenuta per fermare l’aggressore che aveva preso di mira il prete che stava celebrando la messa. La suora è stata subito soccorsa e poi portata in ospedale dove è ricoverata in gravi condizioni, ma cosciente.

Accoltellata in chiesa: una suora di 30 anni è ricoverata in gravi condizioni in ospedale dopo essere stata colpita da alcune coltellate. È successo la sera del 31 gennaio a Genova, nei pressi di una chiesa nella zona di Sestri Ponente. L’aggressore, stando a quanto si apprende, è stato fermato mentre la suora è stata soccorsa dai paramedici del 118 e portata d’urgenza in ospedale. Si trova ora ricoverata in codice rosso.

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, l’aggressione sarebbe avvenuta all’interno della chiesa mentre un sacerdote stava celebrando la messa. L’aggressore, un uomo di 57 anni, avrebbe iniziato a urlare “sono il diavolo” e avrebbe quindi cercato di aggredire il sacerdote. La suora, una donna di 30 anni di origini indiane, sarebbe quindi rimasta ferita intervenendo nel tentativo di fermarlo. Poi l’aggressore è rimasto all’interno della chiesa dove subito dopo è stato arrestato.

La suora, accoltellata nel tardo pomeriggio a Genova, è stata soccorsa dal 118 e trasportata in ospedale. Sarebbe vigile e cosciente, secondo quanto hanno riferito i soccorritori. Si trova ricoverata ora in codice rosso all’ospedale San Martino ed è stata sottoposta immediatamente ai primi accertamenti per verificare l’entità delle ferite riportate in seguito all’aggressione. Secondo quanto viene riportato ancora sulla base delle prime informazioni emerse, l’uomo che ha accoltellato la donna sarebbe andato in escandescenza anche a causa di un recente lutto. L’aggressore, emerge ancora dalla ricostruzione svolta da chi indaga su quanto avvenuto, avrebbe utilizzato una mannaia: si tratta di un uomo di 57 anni residente nella zona.