Francia, bimbo di 3 anni picchiato per mesi e ucciso: condannati la madre e il patrigno

0

Francia. Loïc Vantal, il patrigno del piccolo Tony – bambino francese di tre anni ucciso di botte nel novembre del 2016 a Reims – è stato condannato ieri sera a 20 anni di carcere per omicidio preterintenzionale. La madre del bambino, Caroline Letoile, dovrà invece scontare una pena di quattro anni di reclusione per mancata denuncia di maltrattamenti.

Loïc Vantal, il patrigno del piccolo Tony – bambino francese di tre anni ucciso di botte nel novembre del 2016 a Reims – è stato condannato ieri sera a 20 anni di carcere per omicidio preterintenzionale. La madre del bambino, Caroline Letoile, dovrà invece scontare una pena di quattro anni di reclusione per mancata denuncia di maltrattamenti e omissione di soccorso. Si chiude così una vicenda giudiziaria che ha tenuto con il fiato sospeso tutta la Francia per oltre quattro anni: il piccolo, infatti, era stato di frequente vittima di violenze nel silenzio più totale non solo della madre, ma anche di molti altri.

Nel corso del processo è stato infatti ricostruito il clima di omertà che ha circondato gli abusi, taciuti dalla mamma – all’epoca dei fatti 19enne – ma anche dai vicini di casa, che sapevano ma non hanno mai sporto denuncia: uno di loro ha ammesso nel corso del dibattimento che sentiva il patrigno urlare fin dalle sette del mattino e che aveva l’impressione che il piccolo fosse picchiato continuamente. I maltrattamenti, quindi, si sarebbero protratti per mesi in un appartamento di Place des Argonautes – a Reims –  trasformato in un “mattatoio”. Schiaffi, pugni, lanci contro il letto o l’armadio erano all’ordine del giorno: il piccolo Tony aveva finito per soccombere alla violenza e dopo la sua morte – intervenuta per la rottura del pancreas e della milza – i medici legali avevano rinunciato a contare esattamente le lesioni che aveva subito, ritenendole troppe.

601ae62daeec6 montage couple 5182528

 

Articolo PrecedenteTorino, diffusione di foto hard della maestra d’asilo: chieste condanne per collega e papà di un bimbo
Prossimo ArticoloConvertita all’Islam: “Le botte che i mariti danno alle mogli sono una benedizione, lo fanno perchè le amano”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.