Florida, uccide 4 persone tra cui un bimbo in braccio alla madre: il killer è un veterano 33enne

0
Florida, uccide 4 persone tra cui un bimbo in braccio alla madre.

Florida, uccide 4 persone tra cui un bimbo in braccio alla madre. Bryan Riley, veterano della guerra in Iraq e in Afghanistan, è l’autore della sparatoria che ha causato 4 vittime in Florida. Tra queste anche un bimbo di appena 3 mesi che dormiva tra le braccia della madre. L’ex marine si definisce un “survivalista” ed era convinto che stesse per arrivare l’apocalissi.

Veterano della guerra in Iraq e in Afghanistan, l’ex tiratore scelto Bryan Riley ha sparato e ucciso quattro persone a Lakeland, in Florida. Tra queste anche un bimbo di 3 mesi tra le braccia della madre. Un’altra ragazzina di 11 anni è rimasta ferita. Il 40enne ha colpito le sue vittime in modo del tutto casuale, facendo irruzione in due diverse abitazioni. Con i due minori ha ucciso anche due donne di 33 e 62 anni. Prima di essere arrestato, l’assalitore ha ingaggiato un conflitto a fuoco con gli agenti. Rimasto ferito nella sparatoria con le forze dell’ordine, è stato portato in ospedale per tutte le cure del caso. Qui, piantonato dai militari, ha cercato di rubare a uno di loro la pistola per poi tentare la fuga. L’uomo è stato fermato prima che riuscisse a raggiungere l’uscita.

La bimba di 11 anni colpita da più proiettili è stata trasportata d’urgenza presso l’ospedale di Tampa. La piccola è stata sottoposta a un’operazione chirurgica urgente quanto delicata, ma non è in pericolo di vita. Un altro bimbo, fuggito durante la sparatoria, è stato trovato vivo dalle forze dell’ordine ed è in buone condizioni di salute. Secondo quanto diffuso dagli agenti locali, l’uomo ha agito in piena notte e ha colpito persone disarmate.

La dinamica

Durante la serata di sabato scorso, una donna ha chiamato il 911 per segnalare la presenza di un’auto sospetta parcheggiata nei pressi della sua abitazione. L’uomo all’interno del veicolo l’avrebbe avvicinata sostenendo di essere lì per parlare con una delle sue figlie. “Mi ha mandato Dio” le ha detto poco prima di allontanarsi. Il poliziotto giunto sul posto dopo la chiamata, infatti, non ha trovato né la macchina né il guidatore. Nove ore dopo però è stata segnalata una sparatoria nello stesso luogo. Gli agenti hanno trovato un camioncino in fiamme e hanno sentito chiaramente il rumore degli spari nel giardino dell’abitazione. “Abbiamo visto un individuo con indosso il giubbotto antiproiettile. Ci guardava come se fosse pronto a combattere” ah riferito lo sceriffo della contea.

Subito dopo l’avvistamento, l’uomo è rientrato in casa e ha iniziato a sparare a raffica. Dopo aver tentato di fare irruzione dalla porta principale della casa, un agente è riuscito a passare dal retro. A quel punto, tra i due vi è stato un conflitto a fuoco che ha costretto il killer 33enne ad arrendersi e consegnarsi alle autorità. Secondo le prime indiscrezioni, l’uomo sarebbe dipendente dal metadone. Si definisce inoltre un “survivalista”, ossia una persona che si prepara ad eventi apocalittici conducendo stili di vita estremi fondati sulla capacità di sopravvivenza.

Articolo PrecedenteOrrore a Macerata: in casa i corpi decomposti di madre, padre e figlio
Prossimo ArticoloLEVISSIMA CELEBRA I MINIONS DI ILLUMINATION
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.