Finta rapina per video sui social: vittima reagisce e uccide youtuber 20enne

0
Finta rapina per video sui social: vittima reagisce e uccide youtuber 20enne.

Finta rapina per video sui social: vittima reagisce e uccide youtuber 20enne. La tragedia a Nashville, nello stato del Tennessee, negli Stati uniti dove la polizia non ha effettuato nessun arresto ritenendolo un chiaro episodio di legittima difesa. La vittima è il 20enne Timothy Wilks, raggiunto da diversi colpi di arma da fuoco esplosi da un 23enne che ha detto alla polizia che non aveva idea che fosse uno “scherzo”

Una finta rapina ideata per scherzo con lo scopo di filmare il tutto e postarlo sui social è finita in tragedia quando una delle vittime della beffa ha reagito con l’arma che aveva addosso e ha ucciso lo youtuber credendolo un vero rapinatore. La tragedia a Nashville, nello stato del Tennessee, negli Stati uniti dove la polizia non ha effettuato nessun arresto ritenendolo un chiaro episodio di legittima difesa. La vittima è  il 20enne Timothy Wilks, raggiunto da diversi colpi di arma da fuoco esplosi dal 23enne David Starnes. Il dramma venerdì sera nel parcheggio di un centro giochi al coperto dell’area metropolitana di Nashville.

Erano circa le 21.30 ora locale quando Timothy Wilks e un amico si sono avvicinati a un gruppo di persone fuori dal parco giochi tenendo in mano dei grossi coltelli da macellaio. Quello che doveva essere uno scherzo da filmare per un video ritenuto divertente, però, in pochi attimi si è trasformato in dramma. Uno dei presenti, che ha detto alla polizia che non aveva idea che fosse uno “scherzo”, ha pensato a dei veri rapinatori e così ha estratto una pistola detenuta legalmente e ha fatto fuoco uccidendo il ventenne. L’amico di quest’ultimo, rimasto illeso, ha raccontato agli agenti che lo “scherzo” era stato ideato per un video di YouTube.

Le indagini sulla sparatoria sono ancora in corso ma tute le testimonianze concordano sul fatto che si sia trattato di legittima difesa e quindi la polizia non ha preso alcun provvedimento. I video di finte rapine sono relativamente comuni su YouTube, a volte riguardano armi da fuoco false ma quasi sempre si tratta di filmati dove le vittime son consapevoli dello scherzo o comunque amici che si conoscono. Farlo con persone che non si conoscono e la cui reazione quindi  potrebbe essere violenta è molto pericolosa.  Vale la pensa notare che lo stato del Tennessee permette sempre di usare la forza quando si è in pericolo anche con armi da fuoco, purché si agisca legalmente e si trovi in ​​un luogo in cui si ha il diritto di essere.

Articolo PrecedenteEmergenza varianti Covid in Umbria, un nuovo ricovero ogni ora: “Colpiti da due virus insieme”
Prossimo ArticoloQuargnento, esplosione in cascina in cui morirono tre vigili del fuco: coniugi condannati a 30 anni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.