Fase 2. Le mascherine a 0,50 centesimi saranno disponibili da oggi in oltre 20 mila punti vendita: il risultato dell’accordo siglato dal Commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri, Confcommercio, Federdistribuzione e Conad. Quando sarà finalizzata l’intesa con le farmacie e i tabaccai, le mascherine a prezzo fisso e senza Iva dovrebbero essere disponibili in circa 100 mila negozi.

Da oggi le mascherine chirurgiche potranno essere acquistate a 0,50 centesimi, al netto dell’Iva, in circa 20 mila punti vendita: è il risultato dell’accordo siglato dal Commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri, Confcommercio, Federdistribuzione e Conad, che avrà valore anche per tutti i commercianti italiani loro associati. Un’intesa è stata raggiunta anche con 30mila farmacie e parafarmacie. Non solo: quando verrà formalizzata anche quella conseguita con i tabaccai si dovrebbe arrivare a 100 mila punti vendita in cui sarà possibile recuperare le mascherine a 0,50 centesimi: è un negozio ogni 600 abitanti.

“L’accordo che in poche ore abbiamo siglato è una bella pagina nella gestione di questa drammatica emergenza. Ringrazio Confcommercio, Federdistribuzione e Conad per la disponibilità ed il senso di responsabilità verso il Paese che hanno concretamente dimostrato. Il diritto dei cittadini di tutelare la loro salute acquistando mascherine ad un prezzo equo è un diritto essenziale che lo Stato deve garantire”, ha commentato Arcuri. Che ha poi concluso: “L’intesa consentirà alle imprese di non subire alcuna perdita, e contemporaneamente confermerà la loro fondamentale ‘utilità sociale’ “.

Ad annunciare un prezzo fisso per le mascherine era stato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nella sua informativa in Parlamento sulle iniziative del governo per la Fase 2. Dal momento che a partire da oggi, lunedì 4 maggio, i dispositivi di protezione individuale diventeranno obbligatori per tutti i cittadini nei luoghi chiusi aperti al pubblico (quindi mezzi di trasporto e negozi, ma anche molte attività produttive e uffici che torneranno operativi da oggi) il governo ha voluto fissare un prezzo per evitare speculazioni come quelle a cui si era assistito all’inizio dell’emergenza. Nel frattempo, il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, aveva annunciato la cancellazione dell’Iva sulle mascherine per tutto il 2020.