“Fanno sesso col gatto”: condannata per diffamazione su Facebook

0

Le ha accusate su Facebook, scrivendo nome e cognome, di essere “delinquenti” e “fannullone”, di compiere “crimini”, di avere “necessità di cure psichiche” e di fare “sesso col gatto”, tutto sul suo profilo con post diffamatori.

Adesso, in base alla sentenza emessa dal giudice civile di Cagliari, Giorgio Latti, dovrà pagare alle vittime complessivamente 30mila euro, e dovrà subito cancellare i post, pena l’esborso di 100 euro per ogni giorno di permanenza dei messaggi sul social. Protagonista della vicenda una psicologa di circa 50 anni di Reggio Emilia, vittime due sorelle cagliaritane, una psicologa e l’altra commercialista.

La vicenda inizia nel 2014 quando le due sarde conoscono un amico della 50enne. Lei però non gradisce e pubblica su Facebook una serie di illazioni sul rapporto tra le sorelle e il suo amico. Le cagliaritane “bloccano” l’accesso alle loro bacheche virtuali, sperando che la cosa finisca lì. Invece la professionista ha continuato a bersagliarle per quasi due anni. “Ricordo che il gatto viene abusato e vessato dalle (…) e dai loro complici in diversi modi, lo abbiamo osservato e documentato molte volte”, si legge in un post.

E ancora: “Le (…) ci continuano a mostrare le loro gravi difficoltà cognitive. Individui mentalmente sani non sarebbero capaci di tanta cattiveria sul gatto”. “È una grande delinquente fannullona, come sua sorella…”. Le vittime scoprono i messaggi, alcuni anche corredati di foto rubate dai profili, grazie a un amico comune che aveva accesso alla pagina della 50enne. Vista la situazione si rivolgono a un legale, l’avvocato Roberto Cao, per presentare denuncia e avviare una causa civile. Ora è arrivata la sentenza con cui la psicologa viene condannata al pagamento di 15mila euro per ognuna delle due sorelle, oltre alle spese processuali. Una segnalazione è stata inviata all’ordine degli Psicologi, mentre è ancora in corso il procedimento penale

Articolo PrecedenteTemptation Island infuocato, una coppia lascia subito. Ecco tutte le anticipazioni del reality
Prossimo ArticoloArrivano i robot per il sesso, cosa accadrà?
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.