Facebook oscura la pagina “Roma fa schifo”

0

La pagina Facebook di “Roma fa Schifo” non c’è più: cancellata, oscurata dalla piattaforma. Cosa è successo?

«In tutta apparenza sembrerebbe un problema dovuto al micidiale algoritmo di Facebook – è scritto sull’omonimo sito Internet – quel sistema che, complici segnalazioni anonime da parte degli utenti, riesce a chiudere pagine e profili personali con l’accusa di pornografia solo se si pubblica la foto di una mamma che allatta un bambino, o di un nudo artistico in una scultura classica o in un dipinto del Cinquecento.

La motivazione è «bullismo». E sarebbe riferita a un filmato apparso sulla bacheca qualche giorno fa. «Si trattava di un fatto a nostro avviso significativo – si legge ancora sul sito -: una aggressione, per quanto solo verbale, di uno o più cittadini contro il gruppo di scippatrici che in barba all’azione delle forze dell’ordine ogni giorno frequentano la metropolitana. L’aggressione verbale era condita di plateali minacce di morte e di percosse. E’ uno scenario che più volte in molti nostri contenuti social e qui sul sito avevamo prefigurato e previsto: lasciare le cose in abbandono e non risolvere i problemi in maniera autorevole e istituzionale porta le persone a risolverseli per conto loro in maniera spiccia. Avevamo pubblicato su Facebook il video aggiungendo questa frase di presentazione: “Cosa aspettiamo per intervenire, che qualcuno linci le scippatrici?”. In italiano la frase è chiarissima». Qualche problema, si spiega, si sarebbe creato con la traduzione: si è «pensato che noi si inneggiasse al linciaggio delle scippatrici sotto la metro quando invece il messaggio che volevamo dare era esattamente l’inverso».

schifo2 20164848.jpg.pagespeed.ce .GCHKrWPuXi

“Roma fa schifo” è una bacheca pubblica di approfondimento e riflessione nata nel 2008 – si ricorda nel sito omonimo – per «mettere insieme l’indignazione, le denunzie e le segnalazioni di migliaia di cittadini nei confronti della inenarrabile situazione» in cui «versa la città di Roma». «La pubblicazione è libera e a tutti è permesso di dire la propria per il bene della città. Non c’è una redazione, non c’è un responsabile, non c’è un controllo sui contenuti pubblicati: Roma fa schifo è un semplice blog, un diario, non una testata giornalistica». Intanto su Facebook c’è già “Roma fa schifo 2”.

Articolo PrecedenteOlbia Tattoo Show Giornata 1
Prossimo ArticoloPer AT&T, HBO deve diventare la nuova Netflix
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.