Fabriano, prete con covid va a veglia funebre e a pranzo e contagia decine di sacerdoti e fedeli

0
Fabriano, prete con covid va a veglia funebre e a pranzo e contagia decine di sacerdoti e fedeli.

Fabriano, prete con covid va a veglia funebre e a pranzo e contagia decine di sacerdoti e fedeli. Un sacerdote di Fabriano, nelle Marche, ha partecipato con febbre alta e sintomi Covid a una veglia funebre, poi a una lezione di catechismo e infine a un pranzo alla Casa del Clero. Ora decine di suoi colleghi – alcuni dei quali anziani – sono in quarantena obbligatoria. Sembra che l’untore fosse anche un negazionista convinto che la pandemia fosse un’invenzione di Papa Francesco e Giuseppe Conte.

Un pranzo alla casa del clero, poca attenzione al rispetto delle norme anti contagio e decine di persone in quarantena, alcune delle quali già infettate: è accaduto nella diocesi di Fabiano – Matelica, nelle Marche, dove una ventina di sacerdoti – molti dei quali anziani – sono da giorni in quarantena obbligatoria e in attesa di essere convocate per sottoporsi all’esame del tampone molecolare. Questo perché un loro collega di una parrocchia di una delle frazioni fabrianesi (quella di Marischio) è risultato positivo al Covid-19.

Il prete in questione – che in un messaggio audio registrato da un collega (che si è poi scusato) viene descritto come un negazionista convinto che la pandemia sia un complotto del Papa e di Giuseppe Conte – avrebbe avuto febbre alta ma nonostante ciò non avrebbe interrotto le sue funzioni: prima ancora di sottoporsi a un tampone il parroco infatti avrebbe presenziato a una veglia funebre e avrebbe anche continuato a tenere lezioni di catechismo ai bambini che dovranno fare la cresima, contagiandone alcuni e facendo naturalmente infuriare i genitori.

Come se non bastasse il parroco ha partecipato (sempre con febbre e sintomi del Covid) a un pranzo organizzato alla Casa del Clero insieme ad altri colleghi, molti dei quali sono ora in attesa di sottoporsi al tampone. Solo successivamente l’untore si sarebbe sottoposto a un test rapido, poi a quello molecolare, che hanno confermato la diagnosi di Covid-19. Ulteriori verifiche da parte dei sanitari sono in corso in questi giorni ma il rischio molto concreto è che il comportamento del religioso abbia innescato un pericoloso focolaio. Di certo, comunque, tutti i sacerdoti che sono venuti in contatto con il loro collega dovranno rimanere in isolamento fino al 10 febbraio.

La notizia è stata confermata anche dal vicario generale della Diocesi Fabriano-Matelica, monsignor Tonino Lasconi: “C’è chi preme, anche genitori e catechisti, per riprendere le attività come se tutto si potesse fare come era prima. Non è così. Dobbiamo essere prudenti, anche i preti giovani, perché si è visto che l’età non rende immuni. Occorre, quindi, elaborare forme di catechismo da pandemia in corso senza far correre rischi a nessuno”.

Articolo PrecedenteUna sedicenne è stata uccisa pochi secondi dopo aver girato un video per TikTok
Prossimo ArticoloDa lunedì quasi tutta Italia è in zona gialla, ma resta lo stop agli spostamenti tra Regioni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.