Evan, ucciso di botte a 21 mesi. Le minacce al padre: “Se non togli la residenza tuo figlio muore”

0
Evan, ucciso di botte a 21 mesi.

Evan, ucciso di botte a 21 mesi. Le minacce al padre. “Se non togli la residenza da questa casa o mi denunci alle forze dell’ordine tuo figlio muore”. È l’inquietante messaggio inviato nelle scorse settimane da Salvatore Blanco, compagno di Letizia Spatola – madre del piccolo Evan – a Stefano Lo Piccolo, padre biologico del bambino ucciso di botte lunedì scorso.

“Se non togli la residenza da questa casa o mi denunci alle forze dell’ordine tuo figlio muore”. È l’inquietante messaggio inviato nelle scorse settimane da Salvatore Blanco, compagno di Letizia Spatola – madre del piccolo Evan – a Stefano Lo Piccolo, padre biologico del bambino ucciso di botte lunedì scorso proprio dalla mamma e dal suo attuale fidanzato al culmine di mesi di violenze e maltrattamenti. Come riporta Il Secolo XIX a denunciare le minacce è stato proprio Lo Piccolo al commissariato di polizia di Modica, dove è stato interrogato come persona informata sui fatti: “Quell’uomo minacciava me o mio figlio in continuazione. Ho vissuto mesi da incubo. Ero terrorizzato da lui”, ha dichiarato il papà di Evan parlando di Blanco. Le minacce venivano inviate via sms e sono ora nelle mani degli inquirenti. Ad aprile, una minaccia che oggi suona tristemente profetica, in risposta alla richiesta del padre di poter vedere il figlio: “Se non togli la residenza, muore”.

Letizia Spatola, 23 anni, e il suo compagno Salvatore Blanco, 30 anni, sono attualmente in stato di fermo per i reati di maltrattamenti in famiglia e omicidio in concorso. I due secondo l’accusa avrebbero ucciso di botte il piccolo Evan Lo Piccolo, 21 mesi; la morte del bambino è sopraggiunta lunedì dopo innumerevoli altri episodi di violenza avvenuti negli ultimi mesi. Il bimbo, infatti, era stato trasportato al pronto soccorso il 27 maggio, il 12 giugno e il 6 luglio per due fratture (una delle quali al femore), lividi e bruciature; in due di questi tre casi la madre l’aveva abbandonato allontanandosi dall’ospedale. Compito degli inquirenti sarà anche comprendere come sia stato possibile che in sette mesi nessuno tra medici, carabinieri, polizia e servizi sociali sia intervenuto per togliere il bambino dalle cure dei due adulti che il 17 agosto l’hanno ucciso.

Articolo PrecedenteMatera, anziano di 90 anni in lacrime chiede le medicine, maltrattato dalla guardia medica
Prossimo ArticoloCosenza, incinta al sesto mese dimessa dall’ospedale con dolori: muore insieme al piccolo
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.