È morto il ragazzo che si era sparato dopo il rimprovero dei genitori

0
È morto il ragazzo che si era sparato dopo il rimprovero dei genitori.

È morto il ragazzo che si era sparato dopo il rimprovero dei genitori. È deceduto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale del Mare di Napoli il diciannovenne, Pier Francesco Carofano, originario di San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, che ieri mattina si è sparato con una pistola, legalmente detenuta dal padre, dopo essere stato rimproverato dai genitori.

Ha un tragico epilogo la vicenda di San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, quella del giovane di 19 anni, Pier Francesco Carofano, che si era sparato dopo la discussione coi genitori. Il ragazzo è morto nel pomeriggio di oggi, 25 ottobre nel reparto di Rianimazione dell’ospedale del Mare di Napoli dove era stato ricoverato in condizioni disperate. Il ragazzo aveva usato l’arma  legalmente detenuta dal padre, e che ora è stata sottoposta a sequestro, dopo essere stato rimproverato dai genitori. Motivo del rimprovero: essere rientrato tardi a casa.

La lite con i genitori e poi il suicidio
La tragedia che ha scosso la comunità di San Salvatore Telesino, piccolo centro del Sannio, si è verificata alle prime luci dell’alba di domenica 24 ottobre. Stando alle prime informazioni trapelate, dopo essere rientrato in casa a notte fonda dopo aver trascorso il tempo in compagnia degli amici, come molti suoi coetanei fanno, tra Pier Francesco e i genitori sarebbe nata una discussione, che aveva come fulcro proprio l’ora in cui il 19enne era rincasato. Dopo la lite, intorno alle 4.30, il giovane avrebbe preso tra le mani la pistola – come detto legalmente detenuta dal genitore – e si sarebbe sparato un colpo alla testa.

Immediati i soccorsi: il 19enne è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Rummo di Benevento. A causa della gravità della ferita d’arma da fuoco riportata, il giovane è stato trasferito in elisoccorso all’ospedale del Mare di Napoli, dove purtroppo, circa 24 ore dopo, è arrivato il tragico epilogo. La pistola utilizzata dal giovane per togliersi la vita è stata sequestrata dai carabinieri ed è ora oggetto d’indagine.

 

Articolo PrecedenteTrento, “Se non rientrate subito vi licenzio”: 8 operaie costrette a lavorare gratis per punizione
Prossimo ArticoloCome cambierà il reddito di cittadinanza, se rifiuti il lavoro niente soldi
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.