Dramma in India, guasto all’impianto del reparto Covid: 22 pazienti morti per mancanza di ossigeno

0
Dramma in India, guasto all’impianto del reparto Covid.

Dramma in India, guasto all’impianto del reparto Covid. La tragedia mercoledì mattina nell’ospedale di Nashik, una struttura sanitaria nello Stato indiano del Maharashtra. Secondo le prime informazioni il guasto è avvenuto nell’area esterna dell’ospedale locale e ha portato a una massiccia fuoriuscita di ossigeno dagli impianti e il conseguente scarso afflusso verso i reparti.

Dramma nel dramma in India dove all’interno di un reparto ospedaliero covid un guasto all’impianto che porta ossigeno nei reparti ha provocato la morte di almeno 22 pazienti ricoverati per coronavirus. La tragedia mercoledì mattina nell’ospedale di Nashik, una struttura sanitaria nello Stato indiano del Maharashtra. Secondo le prime informazioni il guasto è avvenuto nell’area esterna dell’ospedale locale e ha portato a una massiccia fuoriuscita di ossigeno dagli impianti e il conseguente scarso afflusso verso i reparti. “L’interruzione dell’erogazione potrebbe essere collegata alla morte dei pazienti in ospedale” hanno confermato le autorità sanitarie locali spiegando che la perdita è avvenuta in una cisterna.

Sull’accaduto è stata aperta immediatamente una indagine per accertare i fatti ma secondo alcuni parenti dei pazienti deceduti e ricoverati con Covid-19 nel reparto la “ridotta disponibilità di ossigeno” ha causato la morte dei loro familiari. “Secondo le informazioni disponibili fino a questo momento, la perdita è stata individuata nella cisterna che forniva ossigeno a questi pazienti. L’interruzione della fornitura potrebbe essere collegata alla morte dei pazienti in ospedale” ha ammesso il ministro della Salute del Maharashtra Rajesh Tope.

“Sono Profondamente angosciato dalla notizia della morte di pazienti innocenti nello sfortunato incidente della perdita di ossigeno all’ospedale Dr Zakir Hussain di Nashik. Porgo le mie condoglianze ai familiari di coloro che hanno perso la vita e auguro una pronta guarigione alle persone colpite” ha dichiarato il Governatore del Maharashtra. A lui si è unito anche il Premier indiano Narendra Modi. Secondo e le autorità locali l’incidente comunque ora è sotto controllo dopo che il guasto è stato riparato.

L’incidente è avvenuto in uno degli stati indiani più colpiti dal Covid è in lockdown da due settimane mentre il Paese fa i contri proprio con la mancanza di ossigeno in alcune zone, in particolare nella zona di New Delhi. Nel Paese nelle ultime 24 ore sono stati superati addirittura i 2mila morti giornalieri mentre i contagi nell’ultima giornata sono stati quasi 300mila. Il bilancio totale delle vittime nel Paese sale così a 182.553. In un discorso alla Nazione, il primo ministro Narendra Modi ha affermato che il Paese di 1,3 miliardi di persone “sta combattendo ancora una volta una grande battaglia, ma questa seconda ondata è arrivata come una tempesta”. Gli ospedali di Nuova Delhi sono pericolosamente a corto di ossigeno e testimonianze parlano di posti letto esauriti e di ammalati che soffocano a causa della mancanza di bombole, trasportate d’urgenza da altre città con treni speciali che viaggiano di notte, ma sempre in numero insufficiente.

 

Articolo Precedente“Il giorno dopo lo stupro sono andata a scuola”: la storia di Eva è una risposta a Beppe Grillo
Prossimo ArticoloOhio, la polizia di Columbus uccide un’adolescente afroamericana: proteste in tutta la città
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.