La terribile scoperta da parte della madre della piccola che era andata a controllare se la bimba stesse bene dopo averla messa a dormire in culla per fare i lavori domestici. La donna ha visto il gatto sulla faccia della figlia e lo ha scacciato e poi si è accorta che la bimba non respirava più.

Una bambina di soli nove mesi è stata trovata morta nella sua culletta dopo che il gatto di famiglia si è addormentato sul suo viso e l’ha soffocata. La tragedia in un villaggio nella regione di Vinnytsia, nell’Ucraina orientale, a circa 125 miglia da Kiev. La terribile scoperta da parte della madre della piccola che era andata a controllare se la piccola stesse bene dopo averla messa a dormire in culla per fare i lavori domestici. La donna, la 22enne Snezhana, ha scoperto che il felino si era appoggiato proprio sul volto della bimba e la piccola non respirava più. Alla sua vista il gatto ha fatto un balzo ed è scappato via ma per la piccola non cera più nulla da fare. La donna ha provato disperatamente a rianimare la bimba e poi ha avvertito i soccorritori che sono arrivati sul posto praticandole le manovre di rianimazione ma ogni sforzo si è rivelato vano. I medici hanno trascorso 40 minuti cercando di salvare la ragazza, ma i loro sforzi sono stati inutili.

La piccola è stata dichiarata morta sul posto tra lo strazio della madre e degli altri pareti accorsi. “Quando siamo arrivati, la bambina era ancora calda ma purtroppo non abbiamo potuto fare nulla” hanno spiegato i soccorritori. Secondo la polizia locale, l’animale sarebbe saltato in culla attirato dall’odore del latte e per riscaldarsi, percependo la presenza di un corpo caldo. Il felino istintivamente si è accoccolato nella culla soffocando la piccola. L’autopsia ha confermato che la causa di morte è ricondotta ad asfissia. Gli inquirenti hanno parlato di tragico incidente e quindi non ci sono indagati. La madre, unica presente al momento del fatto, non risulta incriminata né indagata.