Dramma all’ospedale di Oderzo (Treviso): donna di 34 anni partorisce e poco dopo muore

0

Una donna di trentaquattro anni di Annone Veneto (Venezia) è morta dopo aver dato alla luce un bambino in buone condizioni. È la direzione dell’ospedale di Oderzo a darne notizia. Il direttore generale Francesco Benazzi: “Siamo vicini alla famiglia e all’équipe sanitaria. Siamo a disposizione per fornire supporto psicologico”.

Dramma nella notte all’ospedale di Oderzo, nella provincia di Treviso. Una donna di trentaquattro anni è morta poche ore dopo aver partorito. A quanto si apprende, nelle ore successive al parto la neo-mamma – che ha dato alla luce un bambino in buone condizioni di salute – ha avuto due arresti cardiaci, il terzo le è stato fatale. A darne notizia l’Azienda Ulss 2 della Marca Trevigiana con un comunicato che ripercorre quanto accaduto: “La direzione medica dell’Ospedale di Oderzo comunica che alle ore 01,41 di questa notte una donna di trentaquattro anni residente ad Annone Veneto (Venezia), con gravidanza a termine partoriva, con parto spontaneo senza complicanze, un bambino in buone condizioni. Due minuti dopo il parto spontaneo e fisiologico vi è stata un’improvvisa comparsa di arresto cardiaco della paziente. Attivate immediatamente le manovre rianimatorie con il supporto dell’anestesista/rianimatore, si otteneva una ripresa dell’attività cardio/circolatoria”. Dopo gli opportuni accertamenti la paziente è stata dunque portata in sala operatoria “per la ricerca e l’eventuale controllo delle cause di un sanguinamento vaginale”.

La mamma morta al terzo arresto cardiaco – “Durante questa fase, alle ore  05,00 – si legge nel comunicato – compariva un secondo arresto cardiaco. Venivano pertanto eseguite le manovre rianimatorie, mentre contestualmente compariva ulteriore sanguinamento da più sedi che si continuava a trattare con terapia trasfusionale. Alle 05,55, nonostante tutte le terapie messe in atto, in seguito alla comparsa di un terzo arresto cardiaco, e dopo circa un’ora di manovre rianimatorie, si constatava il decesso della paziente”. Il direttore generale Francesco Benazzi si è detto vicino alla famiglia della paziente e ai medici: “In questo momento difficile siamo vicini alla famiglia e all’équipe sanitaria. Siamo a disposizione per fornire supporto psicologico”.

Articolo PrecedenteTreviso, atti sessuali e video porno con allievi minorenni: condannato maestro di scacchi
Prossimo ArticoloCasoria, automobilista investe tre bambini e scappa
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.