Tragico ritrovamento, nella serata di ieri, all’interno della stazione di Caserta, dove è stato rinvenuto il corpo di Vincenzo Sellitto, 31 anni, originario di Sarno, nella provincia di Salerno. Il cadavere è stato notato dal passeggero di un treno, accasciato in terra: il 31enne sarebbe stato colpito da un malore, ma gli accertamenti sono in corso.

Una tragedia, quella occorsa alla stazione di Caserta, nella serata di  martedì 7 gennaio: all’interno dello scalo ferroviario della città campana è stato rinvenuto il cadavere di Vincenzo Sellitto, 31 anni, originario di Sarno, nella provincia di Salerno. Stando a quanto si apprende, il cadavere del 31enne è stato notato da alcuni passeggeri di un treno in partenza dalla stazione: era accasciato in un angolo. Sul posto sono immediatamente arrivati i sanitari del 118, che purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di Vincenzo.

In stazione sono arrivate anche le forze dell’ordine, che indagano per determinare le cause della morte del giovane, ancora poco chiare: a stroncare la vita del 31enne sarebbe stato un malore, ma sul corpo è stata disposta l’autopsia, che dovrebbe fugare ogni dubbio. Sgomento tra i presenti in quel momento alla stazione di Caserta, che si sono trovati il cadavere davanti ai loro occhi, e disperazione tra la comunità di Sarno.