La tragedia lungo la strada Porrettana tra i comuni di Casalecchio di Reno e Sasso Marconi, nella città metropolitana di Bologna. In un primo momento si era pensato a un incidente ma dai successivi accertamenti da parte dei carabinieri è emerso che si era trattato di un suicidio . La vittima, residente in zona , ha comprato della benzina poco prima e si è data fuoco.

Tragedia nelle scorse ore nel Bolognese  dove una donna di 35 anni si è suicidata in modo atroce dandosi fuoco all’interno della sua vettura  dopo aver accostato in strada. Il dramma si è consumato nelle prime ore di ieri venerdì 11 ottobre lungo la strada Porrettana  tra San Biagio e Borgonuovo, frazioni dei comuni di Casalecchio di Reno e Sasso Marconi, nella città metropolitana di Bologna. L’allarme è scattato poco prima delle 8 quando alcuni automobilisti di passaggio hanno avvistato un’auto in fiamme al lato della carreggiata. Il primo ad intervenire è stato un carabiniere fuori servizio del nucleo radiomobile di Bologna. Alla vista del traffico e del fumo che proveniva dalla vettura, infatti, il militare è subito intervenuto: ha allontanato tutti, ha preso un estintore da un camion fermo in coda e ha spento le prime fiamme.

All’arrivo dei vigili del fuoco per la donna nell’abitacolo però non c’era già più nulla da fare. I pompieri, intervenuti con due squadre, hanno spento in poco tempo i restanti focolai ma non hanno potuto fare altro per la 35enne. In un primo momento si era pensato a un incidente forse provocato da un malore vista la strana dinamica ma nel corso del giorno, dai successivi accertamenti da parte degli stessi carabinieri della stazione di Sasso Marconi e del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Borgo Panigale, è emersa l’agghiacciante verità: la donna al volante si è tolta la vita. La vittima è una donna italiana di 35 anni residente proprio a Sasso Marconi a cui erano stati diagnosticati da tempo forti problemi depressivi.

Come ricostruito dagli inquirenti, la 35enne questa mattina si era recata in un distributore, non lontano dal luogo del ritrovamento del mezzo incendiato, e ha acquistato della benzina. Dopo essere andata via ha percorso poche centinaia di metri, si è fermata sul ciglio della strada e si è data fuoco all’interno del veicolo. La donna è stata uccisa dalle esalazioni del fumo prima ancora che le fiamme la raggiungessero. A causa dell’episodio pesantissime sono state le ripercussioni sul traffico della strada Porrettana. L’arteria infatti è rimasta completamente chiusa al traffico per tutta la mattinata tra San Biagio e Borgonuovo con lunghe code sulla viabilità alternativa.