Donna morta in casa nell’Ennese, la figlia confessa il delitto: “Non voleva andare nella casa di riposo”

0
Donna morta in casa nell’Ennese, la figlia confessa il delitto.

Donna morta in casa nell’Ennese, la figlia confessa il delitto: “Non voleva andare nella casa di riposo” I Carabinieri di Aidone (Enna) hanno arrestato la figlia della donna di 69 anni trovata morta in casa nelle prime ore di questa mattina. A chiamare i soccorsi era stata proprio la figlia della vittima.

I Carabinieri di Aidone (Enna) hanno arrestato la figlia della donna di 69 anni morta nelle prime ore della mattinata di oggi martedì 16 novembre. La giovane ha chiamato gli agenti delle forze dell’ordine per un intervento nell’abitazione unifamiliare del quartiere San Giacomo. Ha riferito ai militari che sua madre, di 69 anni, si era tolta la vita poco prima nel bagno di casa. In seguito a rilievi più approfonditi, i carabinieri hanno potuto verificare che le ferite di arma da taglio sul corpo della 69enne non erano compatibili con un suicidio. Il Nucleo Investigativo di Enna ha effettuato ulteriori rilievi tecnici per ricostruire l’accaduto e ha appurato che in realtà la 69enne era stata uccisa. A farlo, la figlia che ha chiamato le forze dell’ordine. Messa alle strette, ha confessato l’accaduto ai carabinieri e ai magistrati. Gli agenti hanno quindi arrestato la giovane e l’hanno accompagnata presso la Casa Circondariale di Catania. Il corpo della vittima 69enne invece sarà sottoposto ad ulteriori esami autoptici al fine di stabilire le modalità del delitto.

Prima dell’inaspettato risvolto, sono stati ascoltati i familiari della donna per accertare quanto accaduto. Secondo i rilievi effettuati sul cadavere, erano diverse le lesioni sul cranio e sulle braccia. Ferite che non erano compatibili con un suicidio. Il cadavere della donna è stato trovato dagli agenti in una pozza di sangue, riverso sul pavimento del bagno. Poco distante dal corpo, un batticarne e un coltello. Si ritiene per il momento che quelle siano state le armi utilizzate per uccidere la 69enne. Non sono ancora chiare le modalità. Probabile che vi sia stata inizialmente una colluttazione poi culminata nell’omicidio. La figlia della vittima ha confessato agli inquirenti il delitto. Si resta ora in attesa di ulteriori dettagli su quanto avvenuto nell’abitazione dell’Ennese.

Il movente dell’omicidio
Secondo quanto confermato dalle forze dell’ordine, la giovane avrebbe ucciso la madre per futili motivi. La donna arrestata avrebbe dovuto ricoverare la 69enne in una casa di riposo. Per questo motivo, forse per diverbi avuti sull’argomento nel corso dei mesi, ha aggredito e ucciso la madre. Dopo gli accertamenti sulle ferite riportate dalla donna e sulla scena del crimine, l’autrice dell’omicidio ha confessato quanto fatto.

 

Articolo PrecedenteRicoverato per covid scappa dall’ospedale, torna a casa e uccide il figlio di 10 anni
Prossimo ArticoloLE BIBITE SANPELLEGRINO SARANNO PARTNER D’ECCELLENZA ALL’EVENTO, CHE SI TERRA’ A ROMA, DEDICATO ALLA PRESENTAZIONE DELLA GUIDA 2022 DEL GAMBERO ROSSO SUI RISTORANTI D’ITALIA
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.