Dolore e incredulità a Villasimius per la morte di Edoardo. Il 21enne cagliaritano travolto e ucciso da un’auto mentre stava rientrando a casa a piedi. Il titolare dello Sciabecco, Simone Murgioni: “Una tragedia, cerchiamo di fare di tutto per la sicurezza dei nostri giovani. Da anni è attivo il servizio bus, prendiamo e riportiamo a casa i ragazzi che vengono a ballare”.

Vi è ancora tanto dolore, incredulità e infinita tristezza per la tragica scomparsa del giovane Edoardo Visconti, 21 anni di Cagliari, investito ieri verso le 5 del mattino mentre rientrava a piedi dalla discoteca lungo la provinciale 17 a Villasimius.
In attesa di conoscere come effettivamente si è svolta la dinamica del sinistro, parla Simone Murgioni, direttore della discoteca Lo Sciabecco, uno dei più noti punti di ritrovo per i tanti giovani di Villasimius che, in estate, frequentano il litorale. “Innanzi a questa tragedia sono estremamente affranto e dispiaciuto. Una tragica fatalità, non ritengo di attribuire la colpa a nessuno. In trent’anni di lavoro abbiamo sempre adottato delle rigidi regole per indirizzare i ragazzi verso un divertimento sano e consapevole. Da anni è attivo anche il servizio bus: andiamo a prendere i giovani ovunque, anche a Costa Rei, e li riportiamo dove dimorano o alloggiano. Non permettiamo l’ingresso ai minori di 18 anni, suscitando a volte anche qualche malumore, stiamo molto attenti su tutti gli aspetti legati alla sicurezza e agli accorgimenti da adottare sia dentro che fuori dal locale e tutto ciò solo ed esclusivamente per il bene dei ragazzi”.
Questa mattina, presso il Policlinico di Monserrato, si è svolta l’autopsia sul corpo del ragazzo; già nelle prossime ore potrebbero emergere nuovi dettagli e, forse, domani l’ultimo saluto a Edoardo, che frequentava l’Università, il corso di Scienze della comunicazione, e amava tantissimo lo sport.