Delitto Bolzano, Laura Perselli sarebbe stata vittima di un agguato

0
Delitto Bolzano, Laura Perselli sarebbe stata vittima di un agguato.

Delitto Bolzano, Laura Perselli sarebbe stata vittima di un agguato. Dopo l’autopsia sul corpo di Laura Perselli, gli inquirenti ritengono che la donna sia stata vittima di un vero e proprio agguato: quando è tornata a casa, l’assassino l’aspettava con le corde che ha poi usato per strangolarla. La donna, quindi, non avrebbe avuto neppure il tempo di realizzare la morte di Peter Neumair, suo marito.

Laura Perselli sarebbe stata vittima di un vero e proprio agguato. Sarebbe questa la pista degli inquirenti riguardo all’omicidio della coppia di Bolzano scomparsa il 4 gennaio. Dell’omicidio dei due coniugi Laura e Peter Neumair è per ora accusato Benno, il figlio 30enne della coppia. Dall’autopsia sarebbe emerso che la 68enne è stata strangolata con delle corde appena è tornata a casa dopo un pomeriggio fuori. La donna avrebbe scoperto l’omicidio del marito Peter ad opera di Benno e, per cercare di farla franca, il 30enne avrebbe quindi ucciso anche la madre per evitare che lo denunciasse.

Il vero obiettivo del delitto sarebbe stato Peter, da tempo ormai in rapporti conflittuali con il 30enne. Non è chiaro il motivo alla base dell’omicidio, ma secondo gli inquirenti la donna sarebbe rientrata in casa e l’assassino la stava aspettando con una corda. L’avrebbe colta di sorpresa, senza che vi fosse prima un confronto su quanto era successo nelle ore in cui lei era stata assente dall’abitazione. Contro Benno, unico accusato per ora dell’omicidio, vi sarebbero anche i messaggi inviati da Laura Perselli a un’amica nei giorni precedenti. Lamentava in maniera esplicita i comportamenti del 30enne nei suoi riguardi e in particolare nei confronti del marito. Per ora, però, restano solo ipotesi: il corpo di Peter Neumair ancora non è stato ritrovato. Nei giorni scorsi le ricerche nel letto del fiume Adige erano state interrotte più volte.

Nei giorni appena successivi il delitto, il figlio Benno avrebbe continuato le sue attività di sempre: avrebbe infatti preso appuntamento con l’estetista appena 4 giorni dopo e la sera stessa del delitto avrebbe incontrato un’amica conosciuta online poco tempo prima. Anche la sorella di Peter si è espressa sul delitto, rivelando alla trasmissione di Rai1 “Storie Italiane” di non aver pensato subito a un omicidio. Di Benno ha detto di averlo ospitato spesso quando i genitori erano in viaggio e che non aveva mai avuto problemi con il nipote, che aveva accudito fin dalla tenera età. “So che è particolare – ha aggiunto la zia – ma come lui anche tanti altri ragazzi”.

Articolo PrecedenteTerni, Alba e Felice hanno sconfitto il Coronavirus e ora festeggiano 79 anni di matrimonio
Prossimo ArticoloPrato, razzismo contro una 19enne: “Hai starnutito e sei nera, scendi dal treno”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.