Cuneo, operaio violenta la figlia di 4 anni: trovati sul suo cellulare i video degli abusi

0

Un operaio di 30 anni è stato condannato per violenza sessuale aggravata dopo aver abusato della figlia di 4 anni. La bimba aveva raccontato di fare strani giochi sotto la doccia con il papà e di provare dolore al basso ventre alla mamma, che ha sporto denuncia. Per la legge, dopo la sentenza, non è più suo padre: ha perso la potestà genitoriale.

Ha violentato la figlia di soli 4 anni e ad incastrarlo sono stati alcuni filmati trovati sul suo cellulare. È stato condannato per violenza sessuale aggravata un operaio 30enne, residente in provincia di Cuneo: l’uomo, che conduceva una vita apparentemente normale, era stato arrestato dopo che la moglie aveva scoperto sul suo smartphone immagini e video che lo immortalavano mentre abusava della bambina. Per il pubblico ministero Chiara Canepa si trattava di una prova schiacciante, mentre i carabinieri hanno continuato a svolgere tutte le indagini del caso. Così è scattata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e negli ultimi giorni è arrivata la sentenza di condanna, con rito abbreviato. La pena da scontare per lui è di quattro anni e nove mesi di carcere.

Come riporta La Stampa, prima della denuncia, c’erano state alcune avvisaglie di quello che succedeva dentro le mura di casa. La giovane vittima raccontava spesso di fare “cose strane” con il papà nella doccia e di provare spesso dolore nella zona del basso ventre. È stata la nonna della piccola a convincere la madre ad approfondire la situazione, facendo prima un colloquio con un’associazione di volontariato che aiuta le donne in difficoltà e poi accompagnando la bambina a fare una visita medica ginecologica. I pediatri dell’ospedale Santissima Annunziata di Savigliano hanno riscontrato un’infezione vaginale a trasmissione sessuale. Da qui è partita una prima denuncia. Al momento la bimba è seguita da una psicologa e insieme alla mamma stanno cercando di ricominciare a vivere normalmente. L’uomo, invece, oltre a dover restare in carcere per 4 anni, non è più suo padre per la legge: la sentenza gli ha tolto infatti la potestà genitoriale.

Articolo PrecedenteStupra una 18enne ripetutamente e ora si lamenta: “Non potrò più farmi una famiglia”
Prossimo ArticoloParma, grave donna travolta sulle strisce: “Sbalzata sull’asfalto e abbandonata dall’auto pirata”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.