Cuce la bocca alla compagna e le spacca la faccia con una mazza: 39enne condannato a 3 anni

0
Cuce la bocca alla compagna e le spacca la faccia con una mazza.

Cuce la bocca alla compagna e le spacca la faccia con una mazza. Un racconto agghiacciante quello della donna, che nel 2019 ha denunciato l’ex dopo 18 anni di torture. Una volta, per scappare dall’uomo, si è lanciata dal balcone di casa, facendo un volo di sette metri e spezzandosi una gamba. “Visto che non potevo scappare, mi sono nascosta sotto una macchina fino alle 5 del mattino”.

Picchiata tutti i giorni, ustionata col ferro da stiro, chiusa per giorni nel contenitore del letto e torturata da quello che avrebbe dovuto essere il suo compagno e padre dei suoi figli. È una storia agghiacciante quella raccontata da Tuscia Web, di una donna costretta a subire le peggiori angherie che si possano immaginare dal compagno, un 39enne condannato in via definitiva a tre anni con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. Tremendo il racconto fatto dalla donna, che ha esposto davanti ai giudici cosa accadeva tra le mura domestiche. Una volta le ha addirittura cucito la bocca per non farla parlare, infilzandole delle spille da balia a croce sulla labbra “Una volta mi riportò dentro casa e mi disse ‘ecco cosa succede a chi parla troppo’, poi mi infilzò a croce delle spille da balia sulle labbra, quindi mi portò come un trofeo da sua madre, che me le tolse”. Angherie e umiliazioni andate avanti per 18 anni, e che adesso hanno finalmente avuto fine.

L’uomo è stato arrestato nel 2019 in seguito alla denuncia della donna. Dopo aver trascorso un anno nel carcere di Mammagialla, è stato poi trasferito agli arresti domiciliari. In primo grado era stato condannato a quattro anni di reclusione, diventati tre in via definitiva perché assolto dall’accusa di sequestro di persona. Nel processo la donna ha mostrato i vari referti medici dell’ospedale, che dimostrano le violenze subite, che spesso aveva cercato di nascondere dicendo di essere caduta dalle scale o dal motorino. Una volta, per scappare dall’uomo, si è lanciata dal balcone di casa, facendo un volo di sette metri e spezzandosi una gamba. “Visto che non potevo scappare, mi sono nascosta sotto una macchina fino alle 5 del mattino, quando mi sono trascinata davanti al portone di un vicino che sapevo uscire presto per andare al lavoro”, ha raccontato. E ancora: “Mi ha picchiato con l’asse da stiro e poi costretto a bere una pentola di sugo di carne”.

 

Articolo PrecedenteTorna a casa e la trova occupata, 86enne disperato: “Carabinieri dicono che non possono fare nulla”
Prossimo ArticoloLaura Lenzoni è stata ritrovata: è tornata a casa dopo appello famiglia a Marina di Pietrasanta
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.