Croazia. «Ragazze vi rendete conto di quello che dite?». La giornalista del Tg1 non può far altro che reagire così alla battuta della ragazza in una discoteca di Pag, in Croazia: «Non c’è più Coviddi, non c’è»

Forse un bicchiere di troppo, forse l’entusiasmo di un’estate che volge al termine tra restrizioni e paura. Quella che non hanno i ragazzi ammassati nelle discoteche della Croazia, storie raccontante nel servizio andato in onda sul telegiornale di Rai Uno il 14 agosto. Un reportage sulle misure anti-Coronavirus nel Paese che, oggi, ha deciso di chiudere i club del divertimento a mezzanotte a causa dell’aumento dei contagi.

Intanto sono iniziati  all’aeroporto “Marco Polo” di Venezia i primi tamponi sui turisti in arrivo da Paesi europei a maggior rischio Covid. Finora sono stati effettuati 200 test su passeggeri scesi da due voli provenienti da Barcellona e Madrid, un terzo dei turisti complessivamente a bordo dei due voli, che hanno scelto volontariamente di usufruire del punto prelievi attivato nello scalo dalla Save e dall’Ulss che ha attivato i “Coronavirus Point” dove sono giunti molti turisti italiani di rientro proprio dalla Croazia.