Coronavirus, si spostano da Napoli a Zocca per vedere casa di Vasco Rossi: 5 giovani denunciati

0
Coronavirus, si spostano da Napoli a Zocca per vedere casa di Vasco Rossi

Coronavirus I cinque ragazzi sono stati beccati dalle forze dell’ordine mentre tentavano di recarsi da Napoli verso Zocca, in provincia di Modena, con lo scopo di vedere la casa di Vasco Rossi. Denunciati a piede libero. Nelle scorse ore l’appello di Vasco: “Ragazzi la cosa è seria. Questa è una vera guerra”.

Nonostante i continui appelli a non muoversi se non in casi indispensabili e le norme varate dal governo per il contenimento del contagio da coronavirus Covid-19, purtroppo c’è ancora qualcuno che pensa di approfittare del momento di stop a scuole e università e le strade maggiormente scorrevoli per farsi viaggi di piacere ben oltre il proprio territorio di residenza. È il caso di cinque ragazzi campani che sono stati beccati dalle forze dell’ordine mentre tentavano di recarsi da Napoli verso Zocca, in provincia di Modena, con lo scopo di vedere la casa di Vasco Rossi. Si tratta di due ragazzi e tre ragazze, di età compresa tra i 18 ed i 23 anni, fermati nel pomeriggio di lunedì dai carabinieri. Il gruppo è stato fermato in auto dai militari dell’arma che erano impegnati in servizi di controllo per il rispetto dei divieti di circolazione imposti dal decreto governativo per l’emergenza coronavirus.

Coronavirus, spostamenti possibili per comprovate esigenze lavorative
Per i cinque giovani è scattato così l’obbligo di ritornare a casa ma anche una denuncia a piede libero per la violazione dell’articolo 650 del codice penale, cioè il non rispetto del divieto di spostarsi in auto se non per ragioni strettamente necessarie. Secondo il decreto infatti nessuno può spostarsi senza “comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità; motivi di salute; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”. Di certo una gita per visitare l’abitazione del proprio cantante non rientra nella necessità e per i ragazzi è scattata la denuncia.

Vasco Rossi: “Coronavirus è cosa seria, Dovete seguire le direttive”
I cinque fan del rocker modenese del resto hanno disatteso le stesse indicazioni del loro idolo che proprio nelle scorse ore aveva invitato tutti stare a casa. “Ragazzi la cosa è seria. Questa è una vera guerra. Dovete seguire le direttive per non aggravare la situazione” è stato l’appello lanciato da Vasco Rossi su Instagram. “Per il bene vostro e degli altri è il momento di combattere anche contro se stessi per avere un comportamento intelligente e responsabile” aveva aggiunto Vasco, concludendo. “Un abbraccio forte e un ringraziamento speciale a tutte le infermiere, gli infermieri i medici e tutto il personale sanitario impegnato in prima linea che in questo momento sta affrontando con coraggio e grande impegno questa gravissima situazione”.

 

Articolo PrecedenteCoronavirus, l’Organizzazione mondiale della Sanità dichiara la pandemia
Prossimo ArticoloCiclismo in lutto è morto Italo De Zan: aveva 94 anni, positivo al tampone del Coronavirus
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.