Coronavirus, perché a Piacenza primario di Oncologia fa tamponi casa per casa

0

Coronavirus. Tampone per il coronavirus da effettuare casa per casa “perché la terapia anti-virale funziona percentualmente meglio quanto prima viene iniziata”. È quanto sostiene il primario di Oncologia di Piacenza Luigi Cavanna, che ha deciso di andare a casa delle persone con sintomi da Covid-19 per sottoporle a tampone.

Caccia al virus casa per casa a Piacenza. Il primario di Oncologia dell’ospedale di Piacenza Luigi Cavanna da qualche giorno insieme a un collaboratore sta andando a domicilio delle persone con sintomi da coronavirus per sottoporle a tampone nasale, verifica dell’ossigenazione del sangue con saturimetro e se necessario anche ecografia toracica. A raccontarlo è il quotidiano La Libertà.

Coronavirus, la caccia al virus casa per casa
Il motivo di questa iniziativa? “La gran parte degli infetti da Covid 19 – è quanto spiega il medico di Piacenza – arrivano in pronto soccorso con febbre e tosse curati con Tachipirina e antibiotici, mediamente dopo 8-10 giorni passati in queste condizioni fino all’insorgere di insufficienza respiratoria. Bisogna partire dal presupposto che sul coronavirus la terapia anti-virale funziona percentualmente meglio quanto prima viene iniziata”.

Coronavirus, l’iniziativa da estendere in Emilia Romagna
L’iniziativa del primario di Piacenza sarà replicata per iniziativa dall’Ausl da martedì da vere e proprie squadre di medici per coprire su più turni città e provincia e probabilmente sarà estesa a tutta l’Emilia Romagna. “Noi prescriviamo una terapia semplice, tre pastiglie al giorno, diverse una dall’altra: un antivirale puro, un antimalarico che potenzia l’effetto antivirale e un farmaco utilizzato per malattie autoimmuni. In attesa dell’esito del tampone iniziamo la cura subito, tenendo poi sotto controllo in remoto i pazienti”, ha spiegato ancora il medico di Piacenza.

 

Articolo PrecedenteCoronavirus Bergamo, il medico contagiato: ‘Sembra di soffocare, ora capisco cosa si prova’
Prossimo ArticoloCoronavirus Roma, morto a Tor Vergata un giovane di 35 anni: è la prima vittima under 40 nel Lazio
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.