Coronavirus, Onu: “Mettere al bando in tutto il mondo i mercati-macello degli animali”

0
Coronavirus, Onu:

Coronavirus. Il capo della Convenzione sulla biodiversità delle Nazioni Unite ha chiesto un divieto globale sui “wet market”, come quello di Wuhan che si ritiene essere punto di partenza del Covid-19

Mettere al bando in tutto il mondo i mercati che vendono animali selvatici vivi e morti per il consumo umano, come quello di Wuhan, in Cina, che si ritiene sia stato il punto di partenza dell’epidemia di coronavirus. E’ la richiesta avanzata dal capo della Convenzione sulla biodiversità dell’Onu, Elizabeth Maruma Mrema, per prevenire future pandemie.

L’Onu ha quindi avanzato la richiesta di vietare i “wet market”, quei mercati presenti soprattutto nei Paesi asiatici, dove vengono venduti vivi e poi macellati animali in condizioni igieniche precarie. Ma la Mrema si è detta ottimista anche sul fatto che il pianeta prenderà più seriamente le conseguenze della distruzione del mondo naturale sulla scia dell’epidemia di Covid-19 quando i Paesi torneranno a negoziare il quadro post-2020 per la biodiversità.

“Preservare ecosistemi e biodiversità ci aiuterà a ridurre la prevalenza di alcune di queste malattie – ha spiegato – Il modo in cui coltiviamo e utilizziamo il suolo, in cui proteggiamo gli ecosistemi costieri e in cui trattiamo le nostre foreste rovineranno il futuro o ci aiuteranno a vivere più a lungo”.

La responsabile della biodiversità delle Nazioni Unite, ha quindi lanciato l’allarme: “Alcune comunità a basso reddito, e parliamo di milioni di persone, basano il proprio sostentamento sulle specie selvagge. Quindi a meno che non diamo un’alternativa a queste comunità, il rischio è di aprire le porte del mercato nero a questi animali, e così anche all’estinzione di alcune specie”.

Articolo PrecedenteCagliari, ben 130 multati durante l’emergenza: “Ma io stavo venendo da Monserrato per comprare il cibo per i gatti…”
Prossimo ArticoloIl buco dell’ozono sull’Artico dovrebbe chiudersi a metà aprile
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.