Coronavirus Napoli. Una persona anziana si è sentita male questa mattina a bordo di un tram della L1 dell’Anm: L’uomo aveva crisi respiratoria e febbre. Sul posto è intervenuto il 118, mentre la Polizia di Stato ha identificato tutti i passeggeri. Il tram è stato fermato e isolato in piazza Principe Umberto, in attesa di essere sanificato. Mentre si è in attesa dell’esito dei tamponi.

Un passeggero anziano con crisi respiratoria e febbre sviene all’interno del tram Anm fermo a Poggioreale e scoppia il panico da Coronvirus. Immediato l’intervento dell’ambulanza del 118 arrivata per i primi soccorsi. Sul posto anche gli agenti di Polizia di Stato che hanno identificato tutti gli altri passeggeri che si trovavano a bordo del mezzo Anm e che hanno avuti contatti con il passeggero svenuto. L’episodio è avvenuto attorno alle ore 10,30, sul tram L1 che era partito da Poggioreale e stava arrivando all’attestamento di via Cristoforo Colombo. Il tram è stato poi sgomberato e attualmente è fermo a piazza Principe Umberto, in isolamento. L’Anm ha chiamato la ditta per la sanificazione e si stanno aspettando gli esiti del tampone.

Il racconto: “Il passeggero aveva febbre e problemi respiratori”
Ad avvertire il malore, secondo le prime ricostruzioni, un signore anziano, senza fissa dimora, che era salito sul tram a Poggioreale. La donna avrebbe poi avvertito i presenti di non sentirsi bene. L’autista Anm, a quel punto, ha chiamato l’ambulanza, che avrebbe constatato che la signora aveva febbre e problemi respiratori. Sono stati allertati il 118 e la Polizia di Stato che sono intervenuti sul posto. “Ci siamo subito attivati – afferma Nino Simeone, presidente della commissione Trasporti – per garantire la distribuzione di dispositivi di protezione individuale (Dpi), come mascherine e guanti, per tutto il personale Anm. È stata già fatta la verifica con il medico competente per l’Anm ed è stata avvisata l’unità di crisi per l’emergenza da Coronavirus della Regione Campania. Bisogna assolutamente intensificare le misure di sicurezza e prevenzione a bordo dei mezzi pubblici di trasporto”.